News

Passeggia in spiaggia e trova un cadavere senza un braccio: scoperta choc a Tarquinia



Passeggia in spiaggia e trova un cadavere senza un braccio: scoperta choc a Tarquinia

Il cadavere di un uomo senza un braccio è stato rinvenuto durante la giornata di oggi, martedì 11 giugno, sulla spiaggia di Tarquinia, in provincia di Viterbo. A effettuare il macabro ritrovamento, e a contattare immediatamente le forze dell’ordine per segnalarlo, sarebbe stato un passante. Per il momento gli inquirenti, tuttora impegnati nelle indagini per risalire all’identità della vittima, mantengono il massimo riserbo.

La salma, presumibilmente riportata a terra dalla corrente, è stata notata da un uomo che stava facendo una passeggiata lungo la spiaggia in località Spinicci. Compreso immediatamente di cosa si trattava, il cittadino ha chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112, facendo scattare l’intervento dei soccorritori e delle forze dell’ordine. Il personale sanitario non ha potuto far altro che constatare la morte della vittima, risultata deceduta da giorni.

Sul posto sono sopraggiunti anche i militari della Capitaneria di Porto e i carabinieri del comando di Tarquinia, i quali hanno contattato il magistrato di turno, facendo partire le indagini della Procura. Fondamentale anche la presenza del medico legale, che ha effettuato le prime verifiche di rito sul cadavere.

L’area è stata recintata dagli uomini dell’Arma per consentire lo svolgimento delle operazioni di rilievo e di recupero della salma. Non è stata al momento diffusa alcuna notizia circa l’identità della vittima, per risalire alla quale gli inquirenti sono tuttora al lavoro. Per ora si sa solo che si tratta di un uomo, e che indossava un paio di pantaloni scuri. Secondo alcune indiscrezioni rivelate dal portale online Terzobinario, si tratterebbe del corpo di un individuo di nazionalità straniera: il cadavere, rinvenuto senza un braccio, si trovava in mare presumibilmente da circa una decina di giorni, e sarebbe stato sospinto fino a terra dalla corrente.

Una volta conclusi i

rilievi e le prime verifiche in loco, il corpo della vittima è stato trasferito in obitorio, dove resta a disposizione dell’autorità giudiziaria: nei prossimi giorni saranno effettuati gli esami autoptici.



Source link