SentinelOne: Singularity Xdr per la protezione completa delle aziende


SentinelOne: Singularity Xdr per la protezione completa delle aziende


SentinelOne ha organizzato un incontro con la stampa per presentare alcune novità importanti nell’organigramma e nel portafoglio dei servizi.

L’incontro ha visto la presentazione ufficiale di Paolo Cecchi come nuovo Regional Sales Director per l’Italia.

Professionista che lavora nell’Ict da 20 anni, Cecchi ha scelto di entrare nel team di SentineOne per l’ottima qualità delle soluzioni di protezione degli endpoint e per la strategia ambiziosa dell’azienda, che si sta espandendo in altri mercati, come il cloud, la gestione dei dispositivi mobile e la protezione dell’identità.

Paolo Cecchi, Regional Sales Director Italia di SentinelOne

Secondo Cecchi, la pandemia ha provocato un’accelerazione importante della transizione verso il cloud, ma questa non è stata accompagnata dalla necessaria attenzione nei confronti della sicurezza.

Questo scenario è molto interessante per gli attaccanti, che possono sfruttare un livello di protezione più basso e una superficie di attacco enorme.

A conferma di questa criticità, ha citato una ricerca di PurpleSec che ha sottolineato come lo scorso anno l’80% dei Ciso intervistati non fosse in grado di rilevare accessi fraudolenti e massivi alle infrastrutture cloud.

Oltre l’endpoint

L’attuale tendenza verso l’approccio multicloud può aggiungere ulteriore complessità, poiché spesso le aziende sono costrette ad applicare strumenti di sicurezza diversi, adeguandosi a quando viene proposto da ciascun provider.

Proprio a causa di queste mutazioni nel panorama del mercato, SentinelOne sta espandendo la sua offerta, tradizionalmente molto forte nell’ambito della protezione degli endpoint, per coprire l’intera infrastruttura It delle aziende.

Questa spinta si concretizza nella piattaforma unificata Singularity, che integra funzioni di detection & response e analisi automatizzata delle minacce.

Se poi si aggiunge alla soluzione anche Singularity Identity (per la protezione delle identità degli utenti) si può ottenere una protezione completa, che copre l’intera infrastruttura degli utenti.

L’offerta di SentinelOne si espande quindi con il lancio di Singularity Xdr, una piattaforma di sicurezza integrata capace di raccogliere informazioni e dati provenienti da varie fonti, anche esterne, e automatizza l’integrazione nel processo di gestione degli incidenti.

L’integrazione con strumenti di terze parti è una caratteristica cruciale di questo prodotto: SentinelOne ha infatti annunciato partnership e integrazioni con le soluzioni e le tecnologie di un gran numero di vendor specializzati nella sicurezza.

Tra i nomi più importanti si segnalano aziende del calibro di Proofpoint, Mandiant, Netskope, Okta, Zscaler ed Exabeam.

In chiusura dell’incontro, SentineOne ha annunciato anche il nuovo servizio Watchtower Vital Signs Report, nato da una richiesta del mercato.

Questo tool consente di creare un report sintetico a partire dai dati di telemetria, per consentire alle aziende di valutare eventuali criticità nella postura di sicurezza.

Questo report può anche essere condiviso con le assicurazioni specializzate nel settore informatico, al fine di ottenere premi più vantaggiosi per la copertura assicurativa contro i danni dovuti alle minacce alla sicurezza.



Altro in questa categoria






Source link