“Silvio Berlusconi al Quirinale? Perché sarebbe una sconfitta anche se vincesse” – Libero Quotidiano


 Giampiero Mughini

Non ha nulla in contrario alla candidatura di Silvio Berlusconi al Quirinale ma Giampiero Mughini, ospite di Barbara Palombelli a Stasera Italia su Rete 4, nella puntata del 14 gennaio, è costretto ad ammettere che quello del Cavaliere è un nome “divisivo”. “E’ del tutto lecito che il centrodestra candidi un protagonista indiscutibile degli anni che abbiamo trascorso”, premette il giornalista.

 

 

Che aggiunge: “E’ vero che Silvio Berlusconi è stato condannato per una evasione fiscale di 6-7 milioni ma nell’anno in cui Mediaset ne aveva pagati 750 di milioni in tasse e Mediaset Silvio l’aveva creata dal nulla”, sottolinea Giampiero Mughini che è in collegamento. E che ribadisce che quindi la sua candidatura è “stra-legittima”. 

 

 

Quirinale, e se spuntasse Gianni Letta? Giallo cromo, la teoria sulla

Video su questo argomento

 

E però c’è un però. “La sua candidatura è divisiva“, osserva il giornalista, e secondo il suo ragionamento “questo inficia”. E anche se Silvio Berlusconi vincesse per 5 elettori non sarebbe comunque un buon risultato per la Repubblica. Questa è la mia opinione da cittadino della Repubblica”, conclude Giampiero Mughini.

 

 





Source link