Leonardo atterra a Berlino e Madrid: contratti da 260mln per radar di velivoli


Leonardo atterra a Berlino e Madrid: contratti da 260mln per radar di velivoli

Alessadro Profumo, amministratore delegato Leonardo 

Il colosso della Difesa italiano si occuperà dello sviluppo di nuove capacità a banda larga e fornirà componenti della nuova antenna radar

A meno di ventiquattro ore dalla firma dell’accordo con la Difesa austriaca per l’acquisizione di 18 elicotteri destinati a Vienna (leggi qui per saperne di più), il colosso tecnologico italiano guidato da Alessandro Profumo annuncia la firma di contratti per oltre 260 milioni di euro con Hensoldt, multinazionale tedesca attiva sulle tecnologie dei sensori per missioni di protezione e sorveglianza nei settori di difesa, sicurezza e aerospazio.

SULL’ARGOMENTO LEGGI ANCHE: 

Leonardo accelera nei droni navali: nel 2020 investimenti pari a 1,6 miliardi
L’eurodrone pronto a spiccare il volo: all’italiana Leonardo il 25% dei fondi

La nuova partnership consentirà all’azienda italiana di avere un ruolo chiave nello sviluppo e nelle consegne del radar a scansione elettronica – l’Ecrs Mk1, che sta per European common radar system Mk1,  – dei velivoli Eurofighter Typhoon ordinati da Germania e Spagna.

Nello specifico, Leonardo si occuperà dello sviluppo di nuove capacità a banda larga e fornirà componenti essenziali della nuova antenna radar, dell’Apsc (Antenna Power Supply & Control) e relativi processori. Leonardo e’ gia’ design authority del radar a scansione elettronica (E-scan) Ecrs Mk0 ordinato da Kuwait e Qatar, alla base della versione Ecrs Mk1, e del radar Ecrs Mk2 a guida Uk.

Hensoldt, invece, è design authority del radar Ecrs Mk1, mentre Airbus Defence & Space si occupa della sua integrazione nell’Eurofighter. Leonardo, forte della leadership nell’ambito del consorzio EuroRadar, che produce l’Ecrs Mk0, fornirà a Hensoldt gli strumenti per assumere la guida dell’Ecrs Mk1, rafforzando le capacita’ della Germania nel settore del combattimento aereo. La stretta collaborazione su questo progetto e’ rappresentativa della forte partnership tra le due aziende leader nel campo dell’elettronica per la difesa. Il primo radar Ecrs Mk1 sarà prodotto nel 2025.

La realizzazione dei moduli del sensore vedrà il coinvolgimento dei siti di Nerviano, Edimburgo, Campi Bisenzio e Palermo. Leonardo sta inoltre guidando la progettazione dell’Ecrs Mk2, la nuova variante con antenna multi-funzionale sviluppata in partnership con Bae Systems. Lo sviluppo dell’Ecrs Mk2 è finanziato dal Regno Unito con il supporto dall’Italia attraverso l’Ecrs Mk2 Industrial Joint Team. 

Intanto a Piazza Affari, le azioni del colosso della Difesa italiano, dopo l’annuncio della commessa austriaca e i nuovi contratti in Germania e Spagna, corrono del 2,9%, attestandosi a 6,8 euro. 

LEGGI ANCHE: 

“Violenza privata”, denunce in arrivo contro il governo 

Docente obbligata al vaccino: “non scriva le patologie” 

“Ah c’è Parenzo, lo invitate per far sembrare intelligenti i No vax?”. VIDEO

Ronzulli e la rivelazione su Borgonovo: “Mediaset ti paga e tu fai il No Vax”





Source link