«Cosa mi ha detto Berlusconi al telefono»- Corriere.it


La senatrice no vax racconta il contatto avuto con il presidente di Forza Italia: «Non mi ha chiesto nulla, ma ha detto che come liberale ascolta anche le mie opinioni contro il governo»

Lunedì sera, 10 gennaio, il telefono di Bianca Laura Granato, ex M5S in Senato e ora nel gruppo misto, ha squillato. All’altro capo c’era Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte , dopo i convenevoli, le ha passato il presidente di Forza Italia. Motivo: la candidatura del leader degli azzurri a presidente della Repubblica. Proprio Sgarbi nell’attuale fase è infatti impegnato a fare da mediatore a sostegno della candidatura del Cavaliere. La senatrice, agli onori delle cronache negli ultimi tempi per le sue posizioni no vax, dice ora: «Credo volesse solo sondare il terreno per il Quirinale, ma lui non mi ha chiesto nulla, soltanto parlare con me». Granato, che conferma di essere stata accolta in modo scherzoso con la frase «sono quello del Bunga bunga», ammettendo di aver sorriso anche lei «ma per non piangere», ha ascoltato il leader di FI raccontare di sé rievocando il lavoro politico svolto in questi anni, le «persecuzioni giudiziarie subite» e la rivendicazione delle scelte prese dal governo Draghi condivise dallo stesso Berlusconi. Essendo Granato molto critica su piani vaccinali anti Covid e green pass, la senatrice avrebbe ricordato all’ex premier di essere in dissenso con Draghi, sentendosi rispondere di non preoccuparsi. «Sono un liberale e so ascoltare chi ha posizioni divergenti rispetto alle mie», sarebbe stata la risposta di Berlusconi. Granato riconosce ora di essersi aspettata una parola su una successiva telefonata di Berlusconi per continuare sul discorso del Colle, ma così non è stato.

14 gennaio 2022 (modifica il 14 gennaio 2022 | 15:49)



Source link