Come abilitare TPM 2.0 | Salvatore Aranzulla


Hai finalmente deciso di aggiornare il tuo PC a Windows 11 tramite Windows Update. Purtroppo, però, il sistema ha rilevato la presenza di un problema che impedisce di poter effettuare l’avanzamento dal sistema operativo che utilizzi attualmente, ossia Windows 10.

Il problema, pare, è che sul tuo PC non è abilitato il TPM 2.0, uno dei requisiti che Microsoft richiede per poter installare Windows (si tratta di un microchip integrato o aggiunto alla scheda madre del PC e che permette di proteggere i dati a basso livello mediante la generazione e la conservazione di chiavi basate sul sistema in uso), per cui vorresti capire come abilitare TPM 2.0 in modo da poter procedere subito con l’aggiornamento.

Nessun problema. Sei capitato nel posto giusto al momento giusto: nel corso di questo tutorial, infatti, ti darò qualche informazione su questa tecnologia e ti mostrerò come abilitarla sulla maggior parte dei PC e delle schede madri in commercio, in modo tale da avere un’idea di massima di come agire. Prenditi cinque minuti di tempo libero, mettiti comodo e procedi con la lettura dei prossimi paragrafi. Buona lettura!

Indice

Come abilitare TPM 2.0 nel PC

Come abilitare TPM 2.0 nel PC

Prima di iniziare a mostrarti come abilitare TPM 2.0 nel PC permettimi anche di spiegarti brevemente di cosa si tratta e perché Microsoft ha deciso di inserirlo come requisito necessario per installare Windows 11.

Come accennato anche qualche riga più su, il TPM 2.0 (Trusted Platform Module 2.0) è un microcontroller di sicurezza presente sulle schede madri che fornisce una chiave di sicurezza univoca che consente di aumentare la sicurezza all’interno del PC.

Probabilmente ora ti starai chiedendo se il tuo PC sia o meno dotato di questo particolare chip, non è vero? Se hai acquistato un PC dopo il 2016 quasi sicuramente avrai già il TPM 2.0, ma purtroppo non è raro che PC venduti dopo il 2016 siano ancora dotati del meno recente TPM 1.2, sopratutto se si tratta di modelli più economici o provenienti dalla Cina.

Per verificare quale versione del TPM è presente all’interno del tuo PC non devi far altro che accendere il tuo PC con Windows 10 e premere contemporaneamente sulla tastiera i tasti Win+R (Win è il tasto con l’icona di una bandierina): verrà aperto il box Esegui, nel quale dovrai digitare il comando TPM.MSC e fare clic sul pulsante OK.

In pochi secondi si aprirà una finestra nella quale troverai l’indicazione riguardante la versione del TPM presente all’interno del tuo PC. Come dici? Il tuo PC ha un versione meno recente del TPM e non sai come installare Windows 11? Niente paura, in questo caso dai pure un’occhiata al mio tutorial su come installare Windows 11 senza TPM.

Il TPM non risulta essere attivo sul tuo PC e ora vuoi capire come abilitare TPM 2.0 nel PC? In questo caso dovrai agire dal BIOS per poterlo attivare: solitamente ti basta riavviare il PC, premere il pulsante dedicato per entrare nel menu setup del BIOS (cambia a seconda della scheda madre), recarti nel menu Security o Sicurezza e qui cercare una delle seguenti voci: AMD fTPM, AMD PSP fTPM, Intel PTT o Intel Platform Trust Technology. Una volta individuata non dovrai far altro che attivarla, salvare le modifiche apportate e riavviare il PC.

Se vuoi qualche indicazione più specifica relativa a varie schede madri e marche di PC, continua a leggere.

Come abilitare TPM 2.0 Gigabyte

Come abilitare TPM 2.0 Gigabyte

Il tuo PC è dotato di una scheda madre Gigabyte e vorresti capire come abilitare TPM 2.0 Gigabyte in modo tale da poter aggiornare a Windows 11 senza problemi?

La prima cosa da fare è riavviare il tuo PC (qualora fosse acceso) o accenderlo e attendere che venga mostrata la schermata con il logo della scheda madre: non appena tale schermata appare, tieni premuto il pulsante Esc o Canc presente sulla tastiera e attendi di entrare nel BIOS (chiamato UEFI sui sistemi più recenti). Nei BIOS più recenti potrai muoverti liberamente con il mouse, mentre in quelli più datati dovrai utilizzare le frecce direzionali presenti sulla tastiera.

Dopo qualche secondo apparirà la schermata principale del BIOS Gigabyte. Per poter abilitare il TPM recati nel menu Periferiche (posto in alto), poi seleziona la voce Trusted Computing 2.0: in questa schermata assicurati che la voce Security Device Support sia impostata su Enable, in caso contrario ti basterà selezionarla con il tasto Invio e scegliere l’opzione Enable. Una volta effettuata questa modifica, seleziona la scheda Salva e Esci (posta in alto) e seleziona la voce Salva e Esci dalla configurazione per salvare le modifiche da te apportate e riavviare il PC. Ora il TPM 2.0 è finalmente abilitato e puoi procedere all’aggiornamento a Windows 11.

Per essere certo che la tua scheda madre sia tra quelle compatibili, puoi dare un’occhiata all’elenco presente sul sito Web ufficiale.

Come abilitare TPM 2.0 MSI

Come abilitare TPM 2.0 MSI

Di recente, con l’aiuto di un amico, hai cambiato la scheda madre del tuo PC con una più recente, ma quando hai provato ad aggiornare a Windows 11 è comparso un errore riferito alla mancata attivazione del TPM 2.0. Non sei un tipo molto esperto per cui vorresti capire come abilitare TPM 2.0 MSI, non è vero?

Nessun problema, sono qui pronto ad aiutarti. Prima di tutto devi accendere il PC o riavviarlo (qualora fosse già acceso) e attendere che venga mostrata la schermata con il logo della scheda madre MSI. Quando appare la schermata (solitamente qualche secondo dopo l’accensione), premi ripetutamente il tasto Canc. Se questo tasto non funziona con il tuo modello, riprova tenendo premuto il tasto F11 o il tasto F2.

Dopo qualche secondo ti apparirà la schermata principale del BIOS in cui potrai muoverti con il mouse (nei modelli più recenti) o con i tasti della tastiera. Per poter abilitare il TPM recati nel menu Settings, poi Security e infine su Trusted Computing. In questa sezione, tra le varie voci presenti, ci sarà anche una denominata Security Device Support: selezionala tramite mouse o tasto Invio della tastiera e impostala su Enabled, per abilitarla. Una volta effettuata questa modifica, tocca il tasto Esc sulla tastiera, salva le modifiche da te apportate selezionando il pulsante Yes e attendi che il PC venga riavviato. Ora il TPM 2.0 è abilitato e puoi procedere all’aggiornamento a Windows 11.

Se vuoi essere certo che la tua scheda madre sia tra quelle compatibili, puoi dare un’occhiata a questo elenco ufficiale.

Come abilitare TPM 2.0 ASUS

Come abilitare TPM 2.0 ASUS

Possiedi un PC con scheda madre ASUS e vorresti capire come abilitare TPM 2.0 ASUS per poter poi procedere all’aggiornamento a Windows 11. Devi sapere che tale supporto è stato introdotto su tutte le schede madri dell’azienda dal 2015, per cui se il tuo modello è abbastanza recente non avrai alcun tipo di problema.

Per procedere, accedi il PC o riavvialo (nel caso fosse già acceso) e attendi che venga caricata la schermata con il logo della scheda madre ASUS: non appena appare questa schermata premi ripetutamente il tasto Canc/Del della tastiera, finché non visualizzi la schermata iniziale del BIOS. Con alcuni modelli di schede madri, però, potresti dover invece premere il tasto F2.

Dopo qualche secondo comparirà la schermata principale del BIOS ASUS in cui potrai muoverti con il mouse (nei modelli più recenti) o con i tasti direzionali della tastiera. Se possiedi una CPU Intel, per poter abilitare il TPM recati nel menu Settings, poi Advance e infine su PCH-FW Configuration: in questa sezione attiva la voce PTT impostandola su Enabled. Se, invece, possiedi una CPU AMD, per poter abilitare il TPM recati nel menu Settings, poi Advance, AMD fTPM Configuration e infine su Firmware TPM: in questa sezione attiva la voce TPM Device Selection impostandola su Enabled.

Una volta effettuata questa modifica, tocca il tasto Esc sulla tastiera, salva le modifiche da te apportate selezionando il pulsante Yes e attendi che il PC venga riavviato. Ora potrai procedere all’aggiornamento a Windows 11.

Per essere certo che la tua scheda madre sia tra quelle compatibili, dai un’occhiata all’elenco presente sul sito Web ufficiale.

Come abilitare TPM 2.0 HP

Come abilitare TPM 2.0 HP

Hai da qualche tempo un notebook HP con Windows 10 e vorresti aggiornarlo a Windows 11. Hai provato a eseguire la normale procedura di aggiornamento tramite Windows Update, ma purtroppo sembra che il TPM 2.0 non sia abilitato. La tua domanda ora è una sola: come abilitare TPM 2.0 HP?

Non temere, molto probabilmente dovrai semplicemente abilitarlo dal BIOS del tuo notebook. Per farlo, riavvia il PC e attendi che venga caricata la schermata con il logo HP: non appena appare questa schermata premi il tasto F1 o F10 della tastiera, finché non visualizzi la schermata iniziale del BIOS.

Una volta dentro il BIOS, utilizza la tastiera per muoverti tra le varie schede e seleziona quella denominata Security: tra le diverse voci presenti spostati su quella denominata Security Chip/TPM Device e impostala su Enabled per abilitare il TPM. Per uscire dal BIOS non devi farlo altro che premere il tasto Esc sulla tastiera, salvare le modifiche apportate e attendere il riavvio del PC.

Se provando ad aggiornare a Windows 11, l’installer ti segnala ancora problemi legati al TPM, assicurati di avere la versione 2.0 seguendo le istruzioni che ti ho dato nel precedente capitolo.

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e
Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei
trenta siti più visitati d’Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e
Mondadori Informatica.



Source link