Scuola, mascherine Ffp2 obbligatorie. Ma Figliuolo ha sbagliato i conti


Scuola, Figliuolo le ha ordinate tardi. Studenti e insegnati senza Ffp2 

La variante omicron in Italia avanza, i casi aumentano e gli ospedali sono in difficoltà. Il governo ha deciso tra le altre misure di introdurre l’obbligo di uso delle mascherine Ffp2 in diverse situazioni, tra queste anche nelle scuole. Ma i conti – si legge sul Fatto Quotidiano – sono stati fatti male dal commissario per l’emergenza Coronavirus Figliuolo. La conferma arriva dai dirigenti scolastici che, entro il 4 gennaio, sono stati invitati dal ministero a rispondere a un monitoraggio sul fabbisogno di Ffp2. I presidi erano convinti di vederle arrivare alla prima campanella. Al ministero confermano che la distribuzione è partita, ma una determina del Commissario straordinario all’emergenza, generale Figliuolo, datata 11 gennaio – nel dichiarare che “le attuali giacenze non consentono di soddisfare la domanda”– ha attivato una “indagine di mercato” per la fornitura di 60 milioni di Ffp2 per “garantire la salvaguardia del personale impiegato nell’a mbito del comparto scolastico”.

Insomma, – prosegue il Fatto – la procedura d’acquisto è stata avviata soltanto mercoledì, due giorni dopo la riapertura delle scuole. La consegna è prevista in cinque tran – che: la prima di 12 milioni il 31 gennaio e l’ultima il 28 febbraio. Insomma, per altre 2/3 settimane non se ne parla. Il governo ne ha fatto un punto d’onore. La scelta di non cedere alle richieste di molti presidenti di Regione di posticipare la riapertura delle scuole nel pieno di una quarta ondata con numeri da capogiro è stata strenuamente difesa dal premier Draghi e dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Tutto bene, peccato che al momento non si sia provveduto a dotare gli istituti di mascherine Ffp2, obbligatorie per tutti nelle scuole.

LEGGI ANCHE

Ronzulli e la rivelazione su Borgonovo: “Mediaset ti paga e tu fai il No Vax”

Vaccini, scienziati: “stop dosi ogni 2-3 mesi. Rischio paralisi immunitaria”





Source link