Così degli spot della compagnia telefonica AT&T avevano previsto esattamente il futuro 29 anni fa


Nel 1993 la compagnia telefonica statunitense AT&T – tuttora attiva – offrì una serie di previsioni sul futuro in una campagna pubblicitaria chiamata “You Will” (“Potrai farlo”) che puntava a mostrare come sarebbero avvenute le comunicazioni negli anni a venire, dalle ‘semplici’ videochiamate alle riunioni virtuali fino alle telefonate effettuate da bracciali tech al polso.

 

Gli spot, andati in onda 29 anni fa, dipingono scenari che oggi diamo per scontati. Nel 1993 il world wide web aveva appena due anni, il browser usato per navigare era Mosaic e Windows era ancora alla versione NT. Gli smartphone ovviamente non esistevano e anzi la storia dei telefoni cellulari era appena iniziata. 

 

Gli spot AT&T furono diretti da David Fincher (regista di Fight Club, Mank, The Social Network) e narrati dalll’attore Tom Selleck. A ideare la campagna fu il team creativo della N.W. Ayer & Partners.

Su Quora, piattaforma che raccoglie le risposte a qualsiasi genere di domande, l’utente Glen Kaiser – che sostiene di aver contribuito alla campagna “You Will” per AT&T – racconta: “Tutte le applicazioni di quegli spot che oggi ci sembrano così predittive in realtà erano tecnologie che già funzionavano, sviluppate in collaborazione con i laboratori Bell. Quello che mancava era la qualità sufficiente per un’adozione da parte del mercato globale. Anche il costo di quelle tecnologie, molto elevato, era un problema. Ma i prototipi erano buoni, le tecnologie su cui si basavano erano reali: dovevamo solo aspettare che la legge di Moore e la crescita di internet facessero il loro corso”.



Source link