Orange, il Ceo Stéphane Richard “accetta” di dimettersi dopo la condanna


Orange, il Ceo Stéphane Richard “accetta” le proprie dimissioni

Richard, amministratore delegato di Orange, ha dichiarato di aver “accettato pienamente” di dover lasciare il posto dopo la condanna nel caso di arbitrato tra Bernard Tapie e Credit Lyonnais. Il ministro dell’Economia Bruno Le Maire aveva avvisato già nel 2018 che in caso di condanna, Stéphane Richard avrebbe dovuto cedere il mandato.

“É ovvio che dal momento in cui è intervenuta una decisione come questa, non ho potuto rimanere in carica, non l’ho assolutamente mai contestato”, ha detto. Dopo l’assoluzione del 2019, la Corte d’Appello ha stabilito che l’arbitrato era una “frode” in quanto tendeva agli interessi dell’imprenditore.

Stéphane Richard, all’epoca capo di gabinetto del ministro dell’Economia Christine Lagarde, è stato dichiarato colpevole di complicità nell’appropriazione indebita di beni pubblici. Richard si è detto “stupito che una squadra di giudici professionisti possa prendere una decisione radicalmente opposta a un’altra squadra di giudici professionisti”, ma si dimetterà al più tardi il 31 gennaio, rispetto alla scadenza di metà 2022.





Source link