Cardano amplia le dimensioni del blocco del 12,5%: cosa significa e come investire


Cardano ha apportato alcune importanti modifiche alla sua blockchain, finalizzata a rendere più scalabile il proprio progetto.

In particolare, in un recente post sul blog, Cardano ha annunciato di essere in procinto di incrementare la dimensione del blocco del 12,5% per fare spazio all’aumento del traffico previsto sulla rete. L’aumento di 8KB permetterà alla dimensione totale del blocco di arrivare a 72KB e – dunque – di inserire più transazioni in un singolo blocco. Questo permetterà di elaborare più transazioni al secondo, un maggiore throughput di dati, fornendo a sua volta una maggiore capacità per i suoi utenti.

Per rendersi conto di cosa cambierà, sia sufficiente sottolineare come appena un anno fa di questi tempi Cardano aveva una media di sole 10.000 transazioni al giorno. Ora, un anno dopo, questo numero è salito significativamente a più di 200.000 transazioni e continua a salire. Un aumento del 12,5% nella dimensione del blocco potrebbe non sembrare importante per il margine medio, ma è importante per adattarsi a questo aumento costante del ritmo di utilizzo.

Un altro fattore che giustifica l’aumento della dimensione del blocco è l’anticipazione di DApps che si prevede di lanciare presto sulla blockchain. Poiché Cardano ha già la capacità di contratti intelligenti, è solo una questione di tempo prima che gli sviluppatori inizino a distribuire le loro applicazioni. E questo previsto aumento del traffico ha reso l’aumento della dimensione del blocco molto importante per la rete.

La dimensione dei blocchi non è stata l’unica cosa che ha ricevuto una recente spinta. Cardano ha infatti anche aumentato le unità di memoria di script Plutus per transazione. Con un’altra espansione del 12,5%, le unità di memoria Plutus script per transazione sono ora in grado di arrivare a 11,25 milioni di unità.

Nel post sul blog, John Woods, direttore di Cardano Architecture, ha spiegato che questo cambiamento è stato portato a causa della crescente domanda degli sviluppatori. Aiuterà gli sviluppatori nel loro percorso di utilizzo della blockchain mentre testano e distribuiscono le DApps su Cardano. “Un aumento dei limiti di memoria di Plutus significa che possono sviluppare script Plutus più sofisticati, o che gli script esistenti saranno in grado di elaborare più dati, aumentare la concorrenza, o altrimenti espandere le loro capacità” – ha affermato, rilanciando poi l’attenzione sui prossimi cambiamenti che verranno.

I cambiamenti nella dimensione del blocco e nelle unità di memoria degli script Plutus per transazioni saranno comunque implementati gradualmente.

L’articolo Cardano amplia le dimensioni del blocco del 12,5%: cosa significa e come investire proviene da ValuteVirtuali.com.



Source link