cifre-choc, scatta la censura – Libero Quotidiano



Pinuccio si è occupato di un caso di un certo peso per Striscia la Notizia con la sua ormai famosa Rai Scoglio24. L’inviato del tg satirico di Canale 5 ha approfondito la questione dei collaboratori esterni della tv di Stato, i cui contratti e relativi compensi non sono sempre noti. In particolare Pinuccio ha ripreso una interrogazione parlamentare in cui si fa il nome di Bruno Vespa e si evince che da esterno guadagna 1 milione e 200mila euro, più altri 400mila da parte di Rai Cinema in qualità di risorsa artistica.

 

 

Andando a cercare il resoconto parlamentare sul sito del Senato, il nome del conduttore di Porta a Porta è però sparito: “Noi abbiamo il documento originale”, ha dichiarato Pinuccio, che lo ha poi mostrato. Effettivamente viene fatto il nome di Vespa e svelato il suo commento, con l’aggiunta che “è bene ricordare che per aggirare il tetto agli stipendi pubblici, che prevede un compenso annuo massimo di 240mila euro, Bruno Vespa ha un contratto da artista”. In pratica secondo Pinuccio sarebbe stata censurata l’interrogazione originale.

 

 

La conferma è arrivata dal senatore Elio Lannutti, che fa parte della commissione permanente Finanze e Tesoro: “Abbiamo presentato un’interrogazione con 13 senatori chiedendo conto dei compensi di Bruno Vespa. Vado ad aprire il resoconto parlamentare e trovo l’interrogazione in cui è scomparso il suo nome, questa cosa si chiama censura”.

GUARDA IL SERVIZIO SUL SITO DI STRISCIA LA NOTIZIA





Source link