Messenger, Instagram: rinviata la crittografia promessa da Meta


Per la crittografia su Messenger e Instagram ci vorrà ancora del tempo. Poco prima dell’estate, Facebook aveva annunciato di lavorare a questa funzione per competere efficacemente con altri servizi di messaggistica.

Sebbene la funzione fosse prevista per il 2022, dopo questo rinvio, il quotidiano The Guardian ha confermato che il lancio non avverrà prima del 2023. La causa del rinvio è da ricercare nella protezione dei bambini: il timore, infatti, è che la crittografia in Messenger e Instagram permetta ai criminali di sfuggire ai vari sistemi di rilevamento.

Antigone Davis, Product Safety Officer di Meta, ha spiegato così il ritardo:

Ci stiamo prendendo il nostro tempo per farlo bene e non prevediamo di completare l’implementazione globale della crittografia end-to-end per impostazione predefinita su tutti i nostri servizi di fino al 2023.

Il servizio sarà comunque in grado di rilevare problemi relativi alla criminalità, anche con conversazioni crittografate. In effetti, alcuni dati come le informazioni sull’account non verranno crittografati e Meta può utilizzarli per l’analisi.

Alcuni servizi di Meta offrono già sistemi di crittografia. È il caso di WhatsApp, ma anche delle chiamate vocali e video su Messenger.





Source link