Ford non scherza: ecco E-Transit. Il re dei veicoli commerciali diventa elettrico


Dopo un breve periodo in cui era rimasta un po’ alla finestra, Ford ha deciso di puntare fortemente sull’elettrificazione, tanto che nel 2030 programma di vendere solo auto elettriche. E per raggiungere questo scopo ha scommesso tutto su quelli che si possono definire “i gioielli di famiglia”, proprio per far capire che le intenzioni sono più che serie. La transizione all’elettrico è iniziata nientemeno che con il brand Mustang, con l’introduzione della Mach-E, ed è proseguita con il pick-up più popolare negli Stati Uniti, l’F-150 che sta per arrivare nella versione elettrica Lightning.

Ford E-Transit

Nella serata di ieri Ford Italia ha presentato il terzo attore di questo cambiamento: E-Transit. La casa dell’Ovale Blu quindi si elettrifica anche nel settore dei veicoli commerciali, mercato in cui è diventata particolarmente competitiva, sia in Europa, sia in Italia. Secondo gli ultimi dati disponibili, quasi il 15% dei professionisti europei sceglie un veicolo commerciale Ford, che risultano così i più venduti, stessa quota che ha anche in Italia, seconda solo a Fiat.

Ford E-Transit

L’azienda americana vuole quindi proseguire con questo trend positivo, aggiungendo alla sua offensiva anche una variante completamente elettrica, con un target ben preciso. Secondo gli studi che hanno anticipato lo sviluppo del Transit elettrico, il cliente ideale per questo tipo di veicolo è il professionista che ha percorsi pianificati, con fermate frequenti, percorre circa 160 km al giorno, ed ha tempi di inattività (anche di notte) per permettere la ricarica del veicolo, anche lentamente.

Ford E-Transit

Da queste valutazioni è nato dunque E-Transit, con una batteria da 68 kWh, capace di garantire fino a 317 km di autonomia secondo il ciclo WLTP, e con motori aventi potenza di 135 kW (184 CV) o 198 kW (269 CV). Il motore si trova in posizione posteriore, sottoscocca, sorretto dalle sospensioni a molle elicoidali indipendenti. Il pacco batteria è in posizione centrale, sigillato in uno scatolato strutturale. A protezione della batteria troviamo anche una culla contro gli impatti laterali. Per quanto riguarda la ricarica, il caricatore di bordo in corrente alternata è da 11 kW, mentre la ricarica in corrente continua arriva alla potenza di 115 kW, con presa CCS (15-80% in 34 minuti).

Ford E-Transit

A bordo troviamo il display touchscreen da 12″, al centro della plancia, con il software SYNC4. Di serie anche i sistemi di assistenza alla guida, con avviso e auto mantenimento di corsia, pre-collision assist, riconoscimento pedoni e cruise control. Dal display è possibile anche pianificare gli orari di ricarica e di partenza, impostando anche il pre-condizionamento dell’abitacolo. Le stesse operazioni possono essere gestite anche da smartphone o da remoto. Sono disponibili tre modalità di guida: Normale, Eco e Slippery, con quest’ultima che migliora la trazione i condizioni di bassa aderenza.

Ford E-Transit

La posizione della batteria non va ad impattare sulla capacità di carico del veicolo, che è in pratica uguale a quella delle versioni con motore endotermico. Parliamo di una volume di carico tra 9,5 e 15,1 metri cubi, con una portata lorda di massimo 1.758 kg. Ford fornisce anche il dato della portata della versione Chassis, che è di 2.090 kg. Questo dato è importante perché Ford sta attuando delle collaborazioni con diversi allestitori certificati, in modo da realizzare in anticipo le varianti da lavoro (cassoni, van frigo ecc…) così che i clienti possano ordinare anche queste versioni speciali, ma senza attesa per la realizzazione.

Ford E-Transit

Ford ha inoltre inaugurato un processo in diversi punti per cercare di migliorare ancora di più il servizio e la soddisfazione del cliente professionale. I mezzi possono anche essere personalizzati, arrivando a modifiche estetiche sportive e off-road, e possono essere tenuti sott’occhio da remoto, tramite Ford Pass Pro e Telematics. Questi strumenti sono fondamentali per chi gestisce delle flotte e vuole sempre sapere dove sono i mezzi, lo stato del veicolo, oltre ad essere supportati da strumenti di produttività e consigli su come migliorare i consumi. Contestualmente i Ford Transit Center sul territorio italiano saranno ridotti al numero di 60, per elevare ancora di più la specializzazione del personale, e ridurre i tempi di fermo veicolo in caso di guasti o manutenzione.

Ford E-Transit

A questo punto la tabella di marcia è serratissima. E-Transit arriverà nel corso del 2022, e nel 2023 sarà seguito dalla gamma custom full electric. Nel 2024 ci sarà un ulteriore step, con ogni derivativo che avrà almeno una versione plug-in hybrid o full electric. La tappa finale sarà, come accennato in precedenza, il 2030, in cui i 2/3 delle vendite dei veicoli commerciali saranno full electric.

Ford E-Transit

I prezzi di listino per il mercato italiano partono dai 47.000 euro della versione Chassis 350 L3 con motore da 184 CV, fino ad arrivare ai 51.250 euro del Van DC 390 L3H2. Sono inoltre disponibili i prezzi dei vari step di configurazione per aumentare la potenza del motore o le caratteristiche di carico del veicolo. La garanzia sulla batteria è di 8 anni o 160.000 km.

Ford E-Transit




Source link