Voghera, “La stro… è fuori”. Dopo il caso Adriatici ecco i concorsi truccati


Voghera, “La stro… è fuori”. Dopo il caso Adriatici i concorsi truccati

Il Comune di Voghera deve fare i conti con una nuova inchiesta. Non solo le indagini sull’omicidio del migrante marocchino che coinvolgono l’ex assessore Massimo Adriatici e le chat razziste della Giunta, adesso c’è un nuovo fascicolo, questa volta il presunto reato riguarda concorsi truccati per assumere impiegati dell’Asm. Senza saperlo – si legge sul Corriere della Sera – Daniela Bruni e il compagno parlavano di quella cosa lì, del concorso (truccato), promossi scarsi concorrenti e spediti a casa meritevoli candidati. Lui: «La stro… è fuori?». Lei, componente della commissione esaminatrice: «La stro… è fuori! Era il nostro obiettivo». Bruni, 36 anni, è fra gli otto indagati (compresa la consigliera comunale di Forza Italia Laura Anselmi) dell’inchiesta della Procura di Pavia che ha coordinato le scoperte della Guardia di finanza: abuso d’ufficio, turbativa d’asta, falso ideologico.

Fra le intercettazioni, – prosegue il Corriere – ecco questa, a suo modo simbolica e riassuntiva: «Allora, il programma nuovo in se stesso costa 240 mila euro più 190 o 185 ogni anno dei vari cosi che dobbiamo comprare… Io me lo sono fatto dividere in due anni in maniera tale che l’altro lo fatturiamo nell’altro anno… Loro mi hanno detto tenetevi il costo a 225, mi assumete questo qua e me lo date in distacco qua, poi nel frattempo faccio il concorso per uno che… lui entra perché stavolta il concorso glielo facciamo pennellato…”.





Source link