Cgil comica, difende il lavoro ma accetta l’infame tessera verde


Tragico e insieme comico che per la CGIL “difendere il lavoro” significhi manifestare contro i residui tossici quanto folklorici del fascismo per poi accettare l’infame tessera verde che lascerà senza lavoro migliaia di italiani. Come giustamente ricorda sempre Marco Rizzo, l’antifascismo oggi o è anticapitalismo o non è: senza anticapitalismo, aggiungo io, l’antifascismo diventa semplicemente protesi di consenso della civiltà neoliberale, che combatte come fascismo tutto ciò che civiltà neoliberale in senso pieno non sia. 

Diego Fusaro (Torino 1983) insegna storia della filosofia presso lo IASSP di Milano (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) ed è fondatore dell’associazione Interesse Nazionale (www.interessenazionale.net). Tra i suoi libri più fortunati, “Bentornato Marx!” (Bompiani 2009), “Il futuro è nostro” (Bompiani 2009), “Pensare altrimenti” (Einaudi 2017).

IMG 20180131 WA0000

 





Source link