Guida al cibo di strada a Napoli: dal cuoppo più buono al caffè con la cuccumella



NAPOLI. Spesso, chissà perché, lo chiamiamo “street food”: eppure il cibo di strada – quello che si mangia all’aperto, in piedi, senza posate – è legato a doppio nodo a molta della tradizione gastronomica del nostro Paese. Soprattutto al Centro-Sud: un po’ c’entra il clima, ma a Napoli – come spiega Fabio Zizolfi, voce della Radio Quartieri Spagnoli e ambasciatore semi-ufficiale del rione – la spiegazione sta nello storico affollamento delle case: nei quartieri popolari, “in un basso (una singola stanza al piano terra di un palazzo, ndr.)



Source link