Morte Dora, era completamente nuda. Si è aggrappata al parapetto per salvarsi


Morte Dora, era completamente nuda. Si è aggrappata al parapetto 

La morte di Dora, la 30enne precipitata dal balcone di una casa di Potenza, dopo un litigio con il fidanzato, resta avvolta nel mistero. La ragazza – si legge sul Corriere della Sera – dopo essere volata dal quarto piano, potrebbe essersi aggrappata al parapetto del balcone, prima di cadere nel vuoto. Forse nell’estremo tentativo di salvarsi. È un’ipotesi su cui starebbe lavorando la procura. Ieri i Ris hanno portato via gran parte della lamiera che copre il parapetto per cercare di individuare eventuali tracce di Dna della donna. I carabinieri del reparto investigazioni scientifiche hanno lavorato tutta la giornata e a tarda sera sono andati via dalla mansarda portandosi dietro cinque valigie di materiale che sarà passato ai raggi x per cercare di trovare qualcosa di utile all’indagine.

Altro particolare emerso in questo giallo potentino è – prosegue il Corriere – che Dora è caduta dalla mansarda completamente nuda. Ieri l’autopsia sul cadavere della ragazza non ha fornito molti particolari. I periti si sono riservati prima di dare risposte ai quesiti posti dalla procura. La discussione sarebbe nata dopo che i due fidanzati hanno lasciato la festa di laurea di una loro amica. Sarebbe iniziata già in macchina per poi proseguire nel mini appartamento al quarto piano che il ragazzo aveva da poco preso in affitto, condividendolo con Dora.





Source link