Draghi sullo scioglimento di Forza Nuova: «Ci stiamo riflettendo»- Corriere.it


di Redazione Online

«La questione è all’attenzione nostra ma anche a quella dei magistrati che stanno continuando le indagini e formalizzando le loro conclusioni», ha detto il premier al termine del G20 sull’Afghanistan

Il premier Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa al termine del G20, ha parlato della possibilità di sciogliere Forza Nuova. «La questione è all’attenzione nostra ma anche a quella dei magistrati che stanno continuando le indagini e formalizzando le loro conclusioni. Ora a questo punto noi stiamo riflettendo».

Nei giorni scorsi era stata presentata in Parlamento una mozione che chiede lo scioglimento di Forza Nuova (cosa che la renderebbe fuorilegge). Mozione che chiede di mettere la formazione di estrema destra fuorilegge in base alla legge Scelba del 20 giugno 1952 che vieta la ricostituzione del partito fascista. Una possibilità contro la quale si è schierato in blocco tutto il centrodestra. L’aula del Senato comincerà la discussione di queste mozioni il 20 ottobre.

Per arrivare allo scioglimento di Forza Nuova sono previsti due percorsi: il primo prevede di fare leva su una sentenza della magistratura in grado di identificare l’azione politica del movimento con un tentativo di resuscitare il fascismo (anche solo facendo ricorso alla violenza come metodo di lotta politica); è quanto accadde ad esempio nel 1973 quando su messo al bando Ordine Nuovo. L’altro è un decreto del Viminale che arrivi alla medesima conclusione attraverso una sua istruttoria interna.

Proprio oggi la procura di Torino ha chiuso le indagini a carico di tre esponenti di Forza Nuova accusandoli di apologia di fascismo: avevano esposto uno striscione con la scritta «Spezza le catene dell’usura, vota fascista, vota Forza Nuova» nel maggio 2019. Si tratta di una «costola» di un’inchiesta più vasta avviata dalla procura torinese sull’estremismo di destra. Sono emersi a questo proposito contatti tra Forza Nuova ed elementi della francese «Generation Identitaire» e con i tedeschi di «Combat 18» formazioni entrambe messe fuorilegge nei loro Paesi di appartenenza.

Articolo in aggiornamento…

12 ottobre 2021 (modifica il 12 ottobre 2021 | 18:28)



Source link