M5S, Di Maio eletto presidente del comitato di garanzia. La mossa che sblocca le nomine- Corriere.it


di Emanuele Buzzi

Il ministro degli Esteri ringrazia Fico e Raggi e lancia il suo appello: «Uniti si vince»

La mossa che sblocca il domino di nomine interne al Movimento. Il comitato di garanzia M5S composto da Luigi Di Maio, Roberto Fico e Virginia Raggi si è riunito per la prima volta e ha nominato presidente delll’organo il ministro degli Esteri. Di Maio ha ringraziato Fico e Raggi, ma anche Beppe Grillo “per la fiducia che ci ha dimostrato”. Lo sblocco del comitato ha un valore politico duplice. Da un lato segna l’inizio dell’operatività del terzo polo di potere nel Movimento, oltre al presidente e al garante. Un ruolo che in passato – con la reggenza di Vito Crimi – è stato dirimente nella gestione dei Cinque Stelle. Dall’altro permette un’accelerazione nella nascita del nuovo soggetto contiano. Ora infatti, Di Maio, Fico e Raggi potranno lavorare ai regolamenti necessari. In primis, quelli per l’elezione del consiglio nazionale e per la gestione dei fondi del Movimento.

“Il comitato di garanzia è quindi ora nel pieno delle sue funzioni e supporterà lo sforzo che tutti stanno facendo per rinnovare il Movimento con Giuseppe Conte”, ha commentato Di Maio. Secondo il ministro “La strada è lunga e le sfide sono tante, ma la passione e il coraggio per affrontarle insieme non ci mancano. Uniti si vince”.

12 ottobre 2021 (modifica il 12 ottobre 2021 | 13:19)



Source link