«FdI voterà Draghi al Colle se si voterà subito»- Corriere.it


Dopo i primi risultati delle elezioni Comunali la proposta della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni a Enrico Letta, che replica: «In questo momento il Paese ha bisogno di Draghi al governo»

La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni lancia una sfida al Pd di Enrico Letta: «Se sono coerenti e così sicuri della loro capacità e possibilità — ha detto la presidente di FdI nella sede a Roma, al momento delle dichiarazioni post risultati del primo turno delle elezioni amministrative — , lancio la sfida al segretario del Pd: FdI è disponibile a votare Draghi alla presidenza della Repubblica a patto che si vada a votare subito». Un’uscita, quella di Meloni, che rischia di creare imbarazzi all’interno della coalizione di centrodestra dove da tempo si parla di un fronte comune attorno alla candidatura di Silvio Berlusconi.

Ma non si tratta certo di voce dal sen fuggita e lo sa bene Matteo Salvini, che poco prima, nel fare autocritica per il risultato deludente di Milano, aveva esortato a non utilizzare il risultato del voto amministrativo «per cercare di abbattere il governo». Ma le sue parole non sono evidentemente tenute in conto dalla leader di FdI, che della maggioranza di governo non fa parte. E che ha buon gioco nel sottolineare il sorpasso sulla Lega avvenuto in diverse città: «Un centrodestra a traino Fratelli d’Italia — ha sottolineato — è un centrodestra vincente».

Il suo appello, in ogni caso, è destinato a restare senza risposta. In collegamento con Enrico Mentana, su La7, lo stesso Enrico Letta, prima ancora che Meloni parlasse, aveva fatto sapere di non essere d’accordo sul voto anticipato: «Dovrei sfruttare l’onda positiva di questi risultati a vantaggio del mio partito — aveva detto —, ma in questo momento il Paese ha bisogno di Draghi al governo. E con i risultati di oggi pomeriggio l’esecutivo è più forte».

4 ottobre 2021 (modifica il 4 ottobre 2021 | 22:34)



Source link