Roma, La Sapienza ‘recupera’ le feste di laurea dei giovani medici: giuramento di Ippocrate e tocco in cielo



Hanno conseguito la laurea a distanza, a casa e connessi con i professori attraverso uno schermo, mentre tutto il Paese faceva i conti con il lockdown. Ma appena sono venute meno le misure di contenimento contro il Covid-19, l’università La Sapienza ha deciso di recuperare la festa di laurea di tutti i giovani neo laureati nei diversi corsi di medicina e affini. E così, nel piazzale della Minerva, si sono ritrovati gli ex compagni di corso. A ognuno è stato fornito un ‘tocco’, il cappello che tradizionalmente viene lanciato in aria al termine della cerimonia, e una copia del Giuramento di Ippocrate. “Tornare è una bella emozione, anche se è un po’ strano”, racconta una ex studentessa. “E’ come tornare a casa”, aggiunge un collega. Ma lo studio non concede pause, visto che già la prossima settimana è in programma il concorso per accedere alla specializzazione.

 

di Francesco Giovannetti



Source link