Elezioni comunali, l’idea di votare a settembre divide i partiti- Corriere.it


di Giuseppe Alberto Falci

La proposta di anticipare il voto a fine estate per evitare di ritrovarsi ad ottobre con un numero elevato di contagi piace al centrosinistra ma non al centrodestra

Anticipare le amministrative al mese di settembre per evitare di ritrovarsi ad ottobre con un numero di contagi da variante Delta che costringerebbe a un rinvio della tornata elettorale. Ecco perch da pi parti, Viminale incluso, si inizia a valutare il rinvio della tornata elettorale che investir capoluoghi di regione, come Roma, Napoli, Torino, Bologna e Milano, ma anche oltre 1200 comuni in tutto lo Stivale. Beppe Sala, primo cittadino del capoluogo lombardo e in corsa per il secondo mandato a Palazzo Marino, il primo ad uscire allo scoperto: Pu avere senso e credo che si possa valutare. Poi ovviamente decideranno loro. Io sono parte in causa e probabilmente non sono sereno nel giudizio rispetto alla mia corsa. Io lo dico da tanto tempo che sarebbe stato meglio votare in giugno o luglio piuttosto che cos avanti. Oltretutto, aggiunge Sala, c’ della preoccupazione, me l’ha manifestata anche l’altro giorno Letizia Moratti rispetto ad una ripartenza dei contagi legati alla variante Delta. L’ultima parola spetter al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che dovr tirare le somme dopo essersi confrontata con gli scienziati del Cts. A oggi il decreto approvato lo scorso 4 marzo prevede soltanto che le elezioni dovranno svolgersi in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 ottobre.

Nelle scorse settimane si erano individuate le date del 10 e 11 ottobre per il primo turno e quelle del 24 e 25 ottobre per i ballottaggi. Per l’intera giornata la voce di un anticipo dell’apertura dei seggi corre con insistenza nei palazzi al punto da scatenare la reazione di Matteo Salvini. Il leader della Lega assai contrario: Fare le elezioni a settembre significa fare le liste a ferragosto, non scherziamo, si vota il 10 ottobre. Dello stesso avviso Ignazio La Russa (FdI) : la paura che fa novanta dei sindaci di centrosinistra: o vogliono che non si vota o che non si faccia campagna elettorale. Questa storia della variante Delta montata da loro. Nel frattempo le malelingue del centrodestra sussurrano: La verit che non abbiamo un candidato per Bologna e siamo partiti ora per Milano. Fuori dal coro Roberto Dipiazza, candidato per Forza Italia a Trieste per un nuovo mandato: Andare a votare a ottobre o anche andare a votare a gennaio, non cambia assolutamente nulla per quello che mi riguarda.

Al Nazareno invece non si hanno dubbi: Prima si vota meglio . Il responsabile degli Enti locali Francesco Boccia attacca il leader leghista: Salvini come sempre non mi pare interessato alle valutazioni scientifiche. Bisogna essere rigorosi e in linea con le valutazioni sanitarie. Il ministro Lamorgese far una scelta nell’interesse collettivo e che tutti dovranno accettare. Anche Federico Fornero di LeU si affida alla saggezza del ministro dell’Interno.

14 luglio 2021 (modifica il 15 luglio 2021 | 00:02)



Source link