Euro 2020, “William voleva ma Kate Middleton ha detto no”. George prima di Inghilterra-Italia, il dramma in questa foto – Libero Quotidiano



Prima di Inghilterra-Italia ci è scappato quasi il litigio in famiglia (reale). Tutta colpa del principino George: l’erede al trono britannico ha chiesto a mamma e papà, i Duchi di Cambridge, di poter indossare l’amata maglietta bianca della Nazionale dei Tre leoni. Stando alle indiscrezioni trapelate sui tabloid inglesi, papà William avrebbe acconsentito. D’altronde, l’animo da tifoso (il figlio di Carlo e Diana è fan sfegatato dell’Aston Villa, una passione che ha tramandato al rampollo) a volte prevale anche sull’etichetta. Mamma Kate Middleton però avrebbe protestato con forza, e avrebbe vinto. Così George, emozionato ma un po’ troppo “imbalsamato” nel su completino in giacca e cravatta, ha assistito dal palco reale di Wembley alla tanto attesa finalissima di Euro 2020 contro gli azzurri, senza poter sfoggiare la maglietta di Harry Kane e compagni. 

 

 

 

 

 

La serata, iniziata alla grande con il bel gal di Shaw dopo appena 3 minuti, si è trasformata in incubo prima con il pareggio di Bonucci nella ripresa e poi nell’agonia dei calci di rigore, con le parate decisive di Gigio Donnarumma. Papà William, come i sudditi inglesi, ormai ci sono abituati: da Euro 1996 in avanti, dal dischetto è sempre sciagura per la Nazionale della Regina Elisabetta. Per George, invece, la prima delusione che, immaginiamo, non dimenticherà mai. 

 

 

 

 

Commentando la finale di Wimbledon tra Novak Djokovic e Matteo Berrettini per la Bbc, è stata l’ex campionessa di tennis Marion Bartoli a rivelare il dettaglio su George: “Ieri pomeriggio ho preso un tè con la duchessa e mi ha detto che George stasera a Wembley vuole indossare la maglietta della nazionale. In famiglia c’è stata molta discussione, William è d’accordo, Kate non è così entusiasta, quindi vedremo”. Dietro il “no” secco di Kate, al di là dell’eleganza formale che si impone a un principino erede al trono, anche una questione di molto più seria attualità: mentre l’Inghilterra sognava il trionfo, il resto del Regno Unito (si fa per dire), dalla Scozia all’Irlanda, gufava selvaggiamente. George schierato apertamente per l’Inghilterra, a discapito degli altri territori che un giorno governerà. avrebbe potuto rappresentare un precedente imbarazzante. Ancora più di un rigore sbagliato.





Source link