L’Olanda pensa a un ban per Bitcoin


Olanda ban Bitcoin

L’Olanda vuole bannare Bitcoin e le criptovalute. Questo è quello che emerge dalle parole di Pieter Hasekamp, capo del central planning office del CPB, l’ufficio olandese che si occupa di fare studi e analisi per conto del governo.

Ha scritto in un saggio Hasekamp:

“Sia per gli investitori che per i governi, l’ultimo ad agire è il perdente. I Paesi Bassi devono ora vietare il bitcoin”.

Secondo il direttore dell’ufficio studi, il problema, è che le criptovalute sono instabili e vengono spesso utilizzate per scopi illeciti. Per questo, andrebbe vietata la produzione, il trading e il possesso delle stesse.

Inoltre, aggiunge Hasekamp, la gente pensa che Bitcoin potrebbe presto sostituire le valute tradizionali, ma questo non succederà.

Infine, aggiunge, se l’Olanda arrivasse a bannare Bitcoin, il suo valore sarebbe destinato a crollare.

Olanda vs El Salvador

Quanto sta avvenendo o meglio, quanto potrebbe avvenire in Olanda, va in netto contrasto con quanto invece sta succedendo a El Salvador, dove invece bitcoin è appena stato legittimato come valuta a corso legale. Insomma, per un paese che rimane chiuso nella visione ancestrale secondo cui Bitcoin è il male, un altro, piccolo, dall’altra parte del mondo, lo utilizzerà invece inserendolo come strategia per risollevare la sua economia.

Entrambe le scelte comunque hanno conseguenze e preoccupazioni. Da una parte infatti El Salvador legittima Bitcoin rendendolo di fatto una moneta nazionale, e di conseguenza una moneta estera. Questa moneta estera potrebbe diventare illegale in Olanda. Un bel cortocircuito.

L’Olanda e gli altri paesi che hanno usato un ban contro Bitcoin

In realtà l’Olanda non è il primo paese che prova ad eliminare Bitcoin, fallendo. Ci ha provato la Cina, con continui ban che però non impediscono il trading di criptovalute. Forse perché il possesso di crypto di fatto non è vietato.

Ci ha provato anche l’India con un ban poi dichiarato incostituzionale. 

Ad ogni modo, la natura decentralizzata di Bitcoin lo rende impossibile da controllare. Dunque un divieto potrebbe non fermare il possesso e le transazioni di BTC. 

Il prezzo di BTC non si è lasciato travolgere dalle notizie provenienti dall’Olanda. Attualmente Bitcoin risulta in lieve perdita (-1%) sulle 24 ore, con un prezzo di circa 37.400 dollari.

The post L’Olanda pensa a un ban per Bitcoin appeared first on The Cryptonomist.



Source link