ARM svela il futuro dei processori di Qualcomm, Samsung, Huawei e MediaTek


ARM è sicuramente una delle aziende più note nel settore hi-tech. Solo ad inizio settembre 2020, Nvidia ha annunciato la sua acquisizione per 40 miliardi di dollari. Ora, l’azienda britannica proprietaria del gruppo giapponese SoftBank ha presentato i suoi nuovi prodotti, ovvero la famiglia Sophia.

Come promemoria, ARM progetta micro-architetture utilizzate per realizzare i processori dalle più grandi aziende tecnologiche tra cui Apple, Samsung, Qualcomm, Huawei, Microsoft, Nvidia, AMD e persino Google. Quest’anno, ARM ha presentato tre microarchitetture di nuova generazione basate su Armv9 per smartphone e computer: Cortex-X2 (dopo l’X1), Cortex-A710 e un’inedita CPU con Cortex-A510.

Oltre alla scomparsa dell’architettura a 32bit, il passaggio ad Armv9 introduce molte nuove funzionalità architettoniche che dovrebbero migliorare in modo significativo le prestazioni e lo stato del chip.

Il Cortex-X2 sarà il core principale di ARM, il più potente nel catalogo. Questa nuova CPU aumenterà il divario che la separava dalla CPU Cortex-A710 promettendo un miglioramento dal 10 al 16% dell’IPC (istruzioni per ciclo di clock) anche se sono difficili da stimare i miglioramenti perché le CPU verranno poi utilizzate da Samsung, Qualcomm o MediaTek e sono molte le variabili da tenere in considerazione, tra cui la scelta del fondatore (Samsung o TSMC ad esempio).

Ci sarà poi una nuova DSU-110, un’unità condivisa che è la spina dorsale della CPU, ora supporta fino a 8 core Cortex-X2. Possiamo immaginare nuovi potenti chip ARM per equipaggiare i prossimi laptop Windows o ChromeOS.

Da parte sua, il Cortex-A710 sarà la prima CPU Armv9 “grande”, con un aumento dell’efficienza energetica del 30% e un aumento delle prestazioni del 10% rispetto al Cortex-A78. Il Cortex-A510 è senza dubbio l’annuncio più interessante. Il design di questa CPU utilizza un approccio innovativo, come descritto da ArsTechnica, che dovrebbe fornire un’ottima efficienza energetica.

Le nuove GPU

ARM ha svelato anche le nuove GPU. La Mali-G710, ad esempio, sarà la GPU più performante di ARM, destinata agli smartphone di fascia alta e al mercato dei Chromebook. Questo chip grafico offrirà un miglioramento delle prestazioni del 20% per prestazioni ad alta intensità come i videogiochi. La gamma è completata dal Mali-G610, G510 o G310. Quest’ultimo verrà utilizzato sui dispositivi indossabili.





Source link