“Vaccini Az ai giovani? Rischi superano quelli del Covid”. Verso il divieto


“Vaccini Az ai giovani? Rischi superano quelli del Covid”. Verso il divieto

L’emergenza Coronavirus in Italia continua anche se tutti gli indicatori sono in calo. Diminuiscono i ricoveri, specie in terapia intensiva drasticamente e calano anche i decessi giornalieri. Gran parte del merito di questa attenuazione della pandemia è da attribuire alla campagna vaccinale, che procede molto velocemente. Ma c’è un problema legato ad AstraZeneca, dopo la lettera di 24 medici contrari alla somministrazione del farmaco sui più giovani è in arrivo lo stop dalle autorità sanitarie: “Ci saranno nuove indicazioni sull’età”. In quali termini – si legge sul Fatto Quotidiano – dovrebbero definirlo oggi, dopo le valutazioni del Comitato tecnico scientifico. “C’è un’attenzione che definirei suprema su eventuali effetti collaterali”, spiegava ieri mattina Franco Locatelli, coordinatore Cts.

Anche il sottosegretario Pierpaolo Sileri preme: “Lo dico da un mese, sono opportune nuove indicazioni ora che l’incidenza del virus è scesa”. Bisogna stabilire – prosegue il Fatto – se eliminare del tutto quei vaccini per gli under 60, rendendo cioè stringente quella che fin qui è stata solo una raccomandazione, oppure fissare un limite d’età più basso come hanno fatto in altri Paesi, mentre altri ancora hanno eliminato del tutto Az e gli Usa non l’hanno mai autorizzato.

Ieri un’altra donna, 34 anni, è stata ricoverata al San Martino di Genova con sintomi compatibili. Fortunatamente è stata assistita prima della 18enne che versa ancora in condizioni definite “gravi ma stabili” nello stesso ospedale dopo due interventi chirurgici alla testa. C’è un altro caso in Toscana, uno in Calabria. La stessa Ema, l’agenzia europea che ha autorizzato Az e J&J senza limiti di età, rileva che per i più giovani i rischi superano quelli del Covid-19, specie ora che i contagi sono calati.





Source link