«Italia e M5S indichino la direzione»- Corriere.it


Beppe Grillo torna a tuonare dal suo blog e si scaglia contro «la finanza che devasta». «La pandemia Covid19 ha “portato i nodi al pettine”, e ci sta avvisando che non possiamo più continuare con il business as usual, cioè come al solito», scrive il garante M5S. E spiega: «Se oramai praticamente più nessuno al mondo discute quanto sia indispensabile il passaggio dalle “fossili” alle “rinnovabili” nel settore energetico, ancora troppo scarso è il dibattito e le azioni conseguenti per il passaggio da una “finanza speculativa” ad una “finanza sostenibile”».

Grillo poi osserva : «dall’inizio della pandemia, a livello globale il denaro messo a disposizione dai governi di tutto il mondo per ristorare i danneggiati e combattere il virus è stato di 10 mila miliardi di spesa effettiva e poi 6 mila di prestiti e garanzie. Bene, quindi 16mila miliardi di aiuti a livello globale per il Covid19, mentre i denari che vennero messi a disposizione tra il 2008 e il 2010 per contrastare le grandi crisi bancarie di quell’epoca furono circa il doppio». E conclude: «Questa velocissima e incompleta esposizione descrive una serie di problemi di portata globale, verso i quali l’Italia da sola non può essere determinante. Può però, e deve, sollevare con grande forza il tema, sia a Bruxelles presso l’Unione Europea, sia nelle altre sedi internazionali, chiamando a raccolta gli «Stati di buona volontà». Non possiamo più aspettare, il M5S e l’Italia indichino la direzione»


8 giugno 2021 (modifica il 8 giugno 2021 | 10:32)





Source link