«È stata dura, ma è andato tutto bene»- Corriere.it


«È stata dura, ma alla fine è andato tutto bene». Vittorio Sgarbi via social annuncia di aver sconfitto la malattia che lo ha colpito negli ultimi tempi: un tumore, raccontato dallo stesso parlamentare e critico durante diverse dirette televisive. «Ringrazio quanti si sono presi cura di me (non faccio nomi perché l’elenco sarebbe lungo) e in particolare i medici e gli infermieri del reparto di Oncologia dell’Ospedale Regina Elena di Roma», ha reso noto oggi, «poi chi, ogni giorno, sta al mio fianco e fa i conti con i miei ‘”sgarbi”. Ho provato la sofferenza fisica di chi combatte questo male, ma voglio dire che dal cancro si può guarire. Per questo, a chi sta affrontando una sfida come questa, dico: resistere, resistere, resistere! In culo alla balena. E alle capre». Nelle ultime settimane il sindaco di Sutri si era sottoposto a cure oncologiche ma non è mai mancato in tv o nei suoi interventi video sui social dove è apparso in alcune occasioni provato.

«Serie B rispetto al Covid»

Lo scorso marzo, al Corriere, aveva detto: «Risulto affetto da cancro. L’ho scoperto un paio di mesi fa mentre facevo gli esami del sangue per un controllo. Il sangue è come un linguaggio, dice tutto. C’è un ingrossamento, c’è qualcosa che stanno analizzando. Non ho metastasi di nessun tipo e, fortunatamente, la cosa è circoscritta. I medici stanno studiando la situazione». Sgarbi aveva inoltre denunciato: «Solo che oggi questa mia malattia sembra di serie B, meno importante della mitologia intorno alla pandemia. In aula mi fanno tenere la mascherina, che fa male alla mia malattia e non serve per combattere il Covid, che io non posso più avere perché l’ho già fatto. Un paradosso. Il mio caso si dovrebbe risolvere con la radioterapia ma l’oncologia, in generale, oggi è vittima del terrorismo mediatico che si fa per la pandemia».


6 giugno 2021 (modifica il 6 giugno 2021 | 12:40)





Source link