“Quest’uomo per me non esiste più” – Libero Quotidiano



A distanza di settimane dal lancio della Superlega e della sua fine ingloriosa – verificatasi nel giro di neanche 48 ore in seguito alla rivolta delle tifoserie, specialmente quelle inglesi – gli animi non si sono ancora placati. In un’intervista rilasciata al sito francese So Foot, Aleksander Ceferin ci è andato giù pesante con Andrea Agnelli, che ormai considera a tutti gli effetti un ex amico. “Per quanto mi riguarda, quest’uomo non esiste più”, sono le parole molto forti utilizzate dal presidente della Uefa. 

“Pensavo fossimo amici – ha aggiunto – ma mi ha mentito in faccia fino all’ultimo minuto dell’ultimo giorno, assicurandomi che non c’era nulla di cui preoccuparsi. Il giorno prima aveva già firmato i documenti per il lancio della Superlega”. A differenza degli altri presidenti, Ceferin aveva quindi un rapporto privilegiato con Agnelli e non si sarebbe aspettato un tradimento del genere. Il presidente della Uega non ha quindi abbassato i toni, facendo presagire una battaglia destinata a trascinarsi a lungo. 

E che esploderà soprattutto quando arriveranno le sanzioni per i tre club ribelli (Juventus, Real Madrid e Barcellona, mentre tutti gli altri hanno rinnegato il progetto). Si attende la chiusura del procedimento aperto dalla Uefa, che dovrebbe portare all’esclusione dei tre club dalle competizioni europee per un anno o due. “In questa vicenda – ha sottolineato Ceferin – posso mettere i protagonisti in tre categorie. Ho messo Andrea Agnelli nella prima, è stato qualcosa di personale.  Nella seconda categoria, ho messo i presidenti che consideravo abbastanza vicini a me e mi dispiace che non mi abbiano detto in anticipo cosa si stesse pianificando. Nella terza e ultima categoria colloco coloro con cui non ho avuto contatti privilegiati. Non li biasimo, ma anche loro dovranno subire le conseguenze delle loro azioni”.





Source link