Salvini e i Radicali hanno presentato i quesiti in Cassazione


Giustizia: Salvini e Radicali presentano quesiti referendum – Il leader della Lega Matteo Salvini insieme ad altri esponenti del Carroccio e del Partito Radicale, come Maurizio Turco, ha esposto un grande striscione davanti alla Corte di Cassazione con scritto “referendum Giustizia”. Il comitato promotore, che ha la doppia presidenza Salvini-Turco, e’ entrato in Cassazione per depositare i quesiti del referendum sulla giustizia.

Giustizia:Salvini,da 2/7 firme referendum,dote a governo Draghi – “Oggi e’ una bellissima giornata di democrazia cambiamento e partecipazione popolare. Questo e’ un referendum per una riforma vera, profonda e giusta della giustizia attesa da decenni: meno correnti nel Csm, processi veloci, responsabilita’ civile di chi sbaglia, piu’ tutele per i sindaci. Mentre il Parlamento andra’ avanti nel processo delle riforme, gli italiani potranno accompagnare firmando da 2 luglio”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, in Cassazione per il deposito dei quesiti. “La riforma in Parlamento? Il Parlamento e’ pagato per fare le riforme della pa, della giustizia. Alcuni temi non potranno trovare spazio in Parlamento e li mettiamo nelle mani dei cittadini. E’ un aiuto, portiamo una dote al governo Draghi che ha la nostra piena fiducia, e al paese”, ha aggiunto.

Giustizia: Radicali, con referendum battaglia di democrazia – “Ci auguriamo che stavolta sara’ la volta buona: e’ un battaglia di democrazia, prima ancora che di civilta'”. Lo ha dichiarato il segretario dei Radicali italiani Maurizio Turco, prima di entrare in Cassazione dove stamattina saranno depositati i quesiti referendari in materia di giustizia su cui Radicali e Lega, tra un mese, avvieranno la raccolta firme.





Source link