Manfredi candidato, Mastella: non lo discuto ma il modo rende subalterna l’area moderata vincente con De Luca


Mezzogiorno, 30 maggio 2021 – 20:10

Il sindaco di Benevento e leader di Noi Campani: indicazione troppo politicizzata. E a Napoli e fuori non si vince solo con la triade Pd-M5S-Leu

di Redazione online

Clemente Mastella
Clemente Mastella

«Il valore di Manfredi non si discute ma il modo troppo politicizzato, in chiave nazionale, della sua proposta di candidatura appare oggettivamente sbilanciato e rischia di compromettere il risultato che tutti auspichiamo. Rendere subalterna l’area moderata che è stata una forza, al di là delle distinzioni, che ha contribuito alla vittoria di De Luca, appare nel metodo e nella sostanza un errore». Così il leader di «Noi Campani», Clemente Mastella, in merito alla candidatura dell’ex rettore della Federico II a sindaco di Napoli. La posizione dell’ex guardasigilli del governo Prodi è giunta in una giornata in cui avevano fatto sentire lo loro voce dissonante prima i Verdi -Europa Verde con una nota e poi Graziella Pagano, di Italia Viva.

Il ragionamento

«Peraltro – prosegue – per quanto ci riguarda, se la prospettiva avanzata dalla triade, Ds, 5Stelle e Leu, si ferma a Capodichino, non siamo interessati. Associare valore strategico alla coalizione e nome autorevole, come Manfredi, non ci trova contrari ma non trova sufficienti motivi per una valutazione positiva complessiva. A Napoli e fuori, alle amministrative ed alle politiche, quando ci saranno, non si vince con la triade. Si vince con loro ma se all’area di centro le si dà il ruolo che le compete».


30 maggio 2021 | 20:10






Source link