«Gli anonimi vigliacchi non resteranno impuniti»- Corriere.it


Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la senatrice a vita Liliana Segre esprimono la loro solidariet alla presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati per le minacce di morte ricevute via social. Il Capo dello Stato ha chiamato al telefono la presidente per esprimerle la sua vicinanza e solidariet personale.

Segre: Anonimi vigliacchi

Anche Segre, che anche presidente della Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza, ha telefonato alla presidente di Palazzo Madama. Ho sentito l’amica Elisabetta Alberti Casellati per esprimerle la mia affettuosa vicinanza perch purtroppo conosco bene l’argomento. Sono certa che questi anonimi vigliacchi, messaggeri di morte, non resteranno impuniti. So che una donna forte e non si far intimidire. Tutto il mondo politico deve sentire la responsabilit di unirsi per difendere la civilt dei rapporti, il rispetto verso le donne che in ruoli diversi si impegnano nella vita pubblica, il rispetto verso le istituzioni.


Zaia: Inaccettabile

Ma sono tantissime le personalit del mondo della politiche e delle istituzioni che hanno espresso parole di condanna nei confronti degli autori delle minacce e di solidariet nei confronti di Elisabetta Casellati. Tra gli altri, anche il governatore del Veneto Luca Zaia: inaccettabile che ancora ci sia gente che crede di poter minacciare liberamente, anche di morte, nel nome della contrapposizione politica. Il dibattito civile, anche serrato quando necessario, il sale di ogni confronto democratico. Ma le offese e le minacce, soprattutto quando sono cos gravi, non sono accettabili e non devono trovare spazio. Alla presidente Casellati, esprimo tutta la mia solidariet.

29 maggio 2021 (modifica il 29 maggio 2021 | 13:37)





Source link