Android 12 potrebbe introdurre il “cestino” per gestire meglio i file eliminati


Quando si elimina un file sul proprio smartphone Android, è per sempre. E’ fondamentale quindi fare attenzione alla cattiva gestione ed eliminare i file con cura. Tuttavia, per la prossima versione del suo sistema mobile, Google potrebbe trarre ispirazione da una funzione particolarmente apprezzata sui PC Windows: il cestino.

Il sito XDA Developers ha infatti approfondito il codice dell’ultima anteprima per sviluppatori di Android 12 per scoprire alcune righe di codice che riguardano un potenziale cestino. All’interno dell’API MediaStore, che fornisce l’accesso a vari file multimediali – immagini, video o file audio – il sito è stato in grado di scoprire una nuova funzionalità chiamata “trashing”, che potrebbe essere tradotta in italiano come rifiuto.

Questa funzionalità consentirà alle applicazioni che utilizzano l’API MediaStore di Android di non eliminare semplicemente un file, ma di inserirlo nel cestino. Android 12 consente di sfruttare un nuovo spazio di archiviazione accanto alle applicazioni o al sistema, denominato “cestino” o “cestino”. Nei file manager, come Google Files, sarà possibile svuotare il cestino se l’utente desidera salvare nuovamente lo spazio di archiviazione.

“Non sappiamo se gli utenti saranno anche in grado di ripristinare i file da questa voce”, avverte XDA Developers. Inoltre, non è noto se i file messi nel cestino verranno automaticamente cancellati dopo un certo tempo, oppure una volta raggiunta un certo peso, come avviene su Windows 10.

Per sfruttare questo cestino, tuttavia, le applicazioni utilizzano l’API MediaStore di Google. Senza questo, non saranno in grado di mettere i file nel cestino, ma semplicemente eliminarli come avviene attualmente su Android.

Android 12 è attualmente in versione di anteprima per sviluppatori. Il sistema operativo dovrebbe entrare in beta pubblica il prossimo mese prima del lancio finale a partire da questo autunno.





Source link