Manchester, contestazioni anti-Glazer. I tifosi invadono l’Old Trafford


Clamorosa protesta a Manchester da parte dei tifosi dello United: secondo quanto riferisce la Bbc, duecento tifosi dei Red Devils, che oggi alle 16.30 ora locale (17.30 di Roma) devono affrontare il Liverpool, hanno superato le barriere di Old Trafford e, passando anche attraverso il megastore del club allo stadio, hanno invaso il campo di gioco. Molti hanno sciarpe gialloverdi, colori del club quando ancora si chiamava Newton Heath, cappellino da baseball in testa e mascherina, in modo da non essere riconoscibili.

Tutti hanno intonato cori contro la proprieta’ americana dello United, la famiglia Glazer e cinque di loro hanno anche scagliato delle sedie che avevano preso da una postazione di Sky Sports. Tanti gli insulti ai Glazer e qualche coro anche contro la Superlega ormai sfumata. Il club fa sapere che nessuno di questi ‘invasori’, provvisiti anche di fumogeni, e’ riuscito ad avvicinarsi al tunnel che porta agli spogliatoi. 

La tifoseria dello United e’ da tempo in aperta guerra contro la famiglia Glazer. Un’altra protesta si era svolta in precedenza davanti all’hotel usato dai calciatori dei Red Devils per il raduno pre-partita, con i tifosi che avevano cercato di impedire l’ingresso ai calciatori. L’allenatore Ole Gunnar Solskjaer ha difeso il diritto dei tifosi a protestare ma li ha invitati a usare metodi pacifici. Gia’ il 22 aprile, dopo l’annuncio del progetto della Superlega, poi rientrato, i tifosi dei Red Devils furiosi per il progetto avevano contestato la societa’ invadendo il centro di allenamento dello United. 





Source link