Foggia: agli arresti due consiglieri comunali e obbligo di firma per un imprenditore


Mezzogiorno, 30 aprile 2021 – 09:50

In carcere Leonardo Iaccarino (l’ex presidente del consiglio comunale che spar dal suo balcone a Capodanno), ai domiciliari Antonio Capotosto. Per loro, a titolo diverso, le accuse di corruzione, tentata induzione indebita e peculato

di Luca Pernice

Leonardo Iaccarino ripreso in un video mentre spara a Capodanno
Leonardo Iaccarino ripreso in un video mentre spara a Capodanno

Gli agenti di Polizia hanno emesso una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip presso il Tribunale di Foggia, nei confronti dei consiglieri comunali di Foggia Leonardo Iaccarino di 44 anni e Antonio Capotosto di 61 anni. Nell’inchiesta coinvolto l’imprenditore Francesco Landini di 51 anni. Iaccarino (Indipendente) andato in carcere, Capotosto (Udc) ha ottenuto i domiciliari mentre l’imprenditore foggiano ha ottenuto l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Iaccarino l’ex presidente del consiglio comunale, sfiduciato dall’assemblea dopo il video che lo riprendeva con una pistola giocattolo in mano mentre salutava il nuovo anno sparando in aria.

Le accuse

I destinatari del provvedimento restrittivo sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di corruzione, tentata induzione indebita e peculato. Dalle indagini, svolte dalla squadra mobile, dalla Digos e dal Servizio centrale operativo, sotto il coordinamento dalla procura di Foggia, sarebbe emerso che Iaccarino in cambio di denaro ed altra utilit, avrebbe favorito, compiendo un atto contrario ai doveri d’ufficio, l’imprenditore foggiano nella liquidazione di una somma di denaro che vantava nei confronti del Comune di Foggia per la fornitura di prodotti fitosanitari necessari per l’attivit dell’azienda agricola comunale Masseria Giardino.


Gli indizi

Sono emersi, inoltre, gravi indizi di colpevolezza nei confronti dei due consiglieri comunali che hanno tentato di indurre un altro imprenditore foggiano a versare una somma di denaro di circa 20mila euro per ottenere l’approvazione di una delibera comunale a favore di una societ riconducibile al medesimo imprenditore.

Il peculato

Iaccarino ritenuto responsabile anche di una serie di atti di peculato, essendosi in pi occasioni, nell’arco di poco pi di tre mesi, appropriato di denaro di cui aveva la disponibilit per ragioni del suo ufficio e che destinava all’acquisto di beni per s. Ancora in corso le indagini per verificare ulteriori ipotesi di reato collegate e il coinvolgimento di altri soggetti nelle condotte delittuose.

Il procuratore

Noi continuano con l’attivit di indagine sperando che ci sia collaborazione da parte delle persone che saranno ascoltate in questi uffici. Lo ha dichiarato il procuratore capo di Foggia, Ludovico Vaccaro. A quanto si apprende, potrebbero esserci altri indagati. Sono inoltre in corso accertamenti su ulteriori ipotesi di reato.

Parla il Pd

Lo scioglimento anticipato del consiglio comunale l’unica via d’uscita minimamente dignitosa che abbiamo per porre fine ad una consiliatura mai cos drammaticamente funestata dalle inchieste della magistratura e totalmente screditata agli occhi dei cittadini. Lo scrivono in una nota i consiglieri comunali del Partito democratico di Foggia. Palazzo di Citt — scrivono i consiglieri dem — sembra essere diventato un mercato in cui si vendono e si comprano, anche con spudoratezza, appalti e servizi d’interesse generale per soddisfare interessi privati anche di chi stato eletto per governare la citt e non per arricchirsi.

Il sindaco Landella

Siamo parte offesa — dichiara il sindaco Franco Landella (Lega) — e ci costituiremo immediatamente come parte lesa in un eventuale processo. Per quel che riguarda le responsabilit personali e penali ne rispondono direttamente i singoli individui. Dobbiamo difendere l’immagine di questa citt e dell’amministrazione comunale che ignara a tutte le vicende. Se mi sono accorto di quel che succedeva? Come fa un sindaco ad accorgersi di queste situazioni? se avessi avuto un minimo di sospetto sarei intervenuto cos come ho fatto nel passato. Sono fiducioso per il lavoro della magistratura. Al comune di Foggia dal 9 marzo scorso si insediata la commissione di accesso per accertare presunte infiltrazioni mafiose nell’attivit amministrativa.

30 aprile 2021 | 09:50






Source link