USD Coin (USDC): annunciato il rilascio della versione 2.1


Il Centre Consortium ha annunciato l’upgrade della stablecoin USD Coin (USDC), e come funziona la sua nuova versione 2.1. 

Il Centre Consortium ha annunciato l’upgrade della stablecoin USD Coin (USDC), e come funziona la sua nuova versione 2.1. 

“I membri del Centre Consortium, Circle e Coinbase, hanno annunciato oggi un aggiornamento del protocollo USD Coin (USDC) e dello smart contract, la versione 2.1 e l’implementazione del processo di recupero fondi USDC per USDC erroneamente inviati allo smart contract.”

Secondo quanto riportato, il Consorzio ha descritto il processo per recuperare i fondi USDC grazie ad un aggiornamento del protocollo di USD Coin e dello smart contract sulla blockchain di Ethereum.

In pratica, questa nuova versione 2.1 impedisce automaticamente agli utenti di inviare USDC allo smart contract e, per quei fondi erroneamente inviati, è possibile recuperarli. 

Da USDC 2.0 a USDC 2.1

USDC è la stablecoin nata dalla collaborazione di Circle e Coinbase, che inizialmente utilizzava la blockchain di Ethereum. 

Proprio per il continuo congestionamento della rete e le fee di transazione alle stelle, USDC aveva già annunciato l’estate scorsa la scelta di utilizzare la blockchain Algorand. 

Ecco, infatti, che ad agosto 2020, la nuova versione USDC 2.0 vedeva l’aggiornamento del suo protocollo, con incluso la novità del gasless sends, che già permette agli sviluppatori di far pagare il costo della transazione ad un terzo indirizzo.

Ora, con l’attuale versione USDC 2.1, si attiva la possibilità per gli utenti di non utilizzare (o di recuperare i fondi erroneamente inviati) lo smart contract della blockchain di Ethereum.

Come funziona il recupero fondi 

Innanzitutto, per essere idoneo nel processo di recupero fondi USDC, è necessario disporre un conto Coinbase e accettare tutti i termini richiesti per proseguire con la procedura. 

Compilando un modulo, si attiva la richiesta di recupero fondi e Coinbase sarà il responsabile di confermare o meno l’autorizzazione. Ovviamente, la procedura può diventare complessa o lenta, un po’ varia anche in base ai dati che la piattaforma avrà bisogno. A tal proposito, ecco cosa ha affermato il Centre Consortium:

“Siamo felici di poter fornire una soluzione sicura e un processo di recupero formale. Apprezziamo la tua pazienza mentre confermiamo e verifichiamo queste transazioni prima di restituire i fondi ai loro mittenti. Tuttavia, questo è un processo manuale che richiederà del tempo. La tua richiesta sarà elaborata al momento della ricezione. Si prega di non creare ulteriori ticket attraverso i normali canali di supporto e di inviare le richieste solo attraverso il nostro modulo dedicato. La semplice compilazione del modulo ti aggiungerà alla lista per il recupero. La risoluzione della tua richiesta può richiedere fino a 120 giorni.”

 

The post USD Coin (USDC): annunciato il rilascio della versione 2.1 appeared first on The Cryptonomist.





Source link