Microsoft Edu Day 2021: prosegue l’impegno del colosso di Redmond per sviluppare le competenze digitali


Anche quest’anno Microsoft Edu Day si è svolto in maniera virtuale, così da rispettare il distanziamento sociale e garantire la sicurezza dei partecipanti. Durante l’evento, è stato annunciato l’ingresso del Ministero dell’Istruzione nel programma Leading Countries of the World in the Digital Transformation of Education, iniziativa di Microsoft volta ad accelerare i processi di trasformazione digitale mettendo a fattore comune le best practice del settore e favorendo il dialogo con le eccellenze del settore educativo. Un programma che conta già la partecipazione di 23 Paesi e include organizzazioni internazionali come UNESCO e OECD. 

edyday2021

Questo consentirà al Ministero dell’Istruzione di avviare un confronto internazionale sui temi relativi alla digitalizzazione, come l’uso etico di tecnologie come l’intelligenza artificiale.

“La scuola è il battito della comunità, è il luogo che dà la cadenza alla vita di tutta la società. La nostra scuola deve saper usare tutti gli strumenti, e per questo servono competenze, non solo delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. Competenze cognitive e di relazione. Su questo stiamo lavorando, non solo per la prossima generazione, ma per tutte quelle che verranno dopo, anche con le risorse del NextGenerationEU” ha dichiarato Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione.

Il focus sulle materie STEM e l’uso di Minecraft nelle scuole

Microsoft è molto attiva sul fronte della promozione delle materie STEM, quelle che offrono le competenze oggi più ricercate dalle imprese, ma non sempre le più seguite dagli studenti. Per promuoverle, l’azienda di Redmond mette Office 365 for Education a disposizione delle scuole, gratuitamente, e anche la piattaforma di formazione on-demand Didattica in Alto, pensata sia per avvicinare gli studenti alle materie STEM, sia per aiutare i docenti ad approfondire la conoscenza delle soluzioni di Microsoft per la didattica. 

mineclass

Per cercare di rendere l’apprendimento più moderno e stimolante, Microsoft punta anche sui videogiochi, e in particolare Minecraft, come nel caso del progetto Mineclass, realizzato in collaborazione con Indire, Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa.

La collaborazione con Microsoft ha consentito all’Istituto di esplorare nuovi possibili approcci alla didattica, in particolare a quella relativa alle materie STEM. Grazie a questa iniziativa, siamo entrati in contatto con una rete di paesi a livello mondiale nella quale verranno strutturate attività su quattro temi principali: l’intelligenza artificiale nell’apprendimento, l’integrazione del curricolo digitale nella programmazione a scuola, le tecnologie a supporto dell’organizzazione e della gestione della scuola, e la formazione degli insegnanti attraverso una piattaforma innovativa” ha commentato Giovanni Biondi, Presidente Indire.

L’intervento di Dario Franceschini al Microsoft Edu Day 2021

All’evento virtuale è intervenuto anche Dario Franceschini, Ministro della Cultura, che ha commentato “Nessuno di noi sa se questa fase si chiuderà come una parentesi o se molte cose resteranno modificate dalla crisi e dall’impatto dell’emergenza Covid, ma di certo c’è un’opportunità per il nostro paese che non capita spesso nella storia, che è l’incrocio tra creatività italiana e era digitale. Anche per questo abbiamo aiutato la creazione della piattaforma ItsArt che partirà tra poco e distribuirà la cultura italiana nel mondo integrando l’offerta dal vivo. E abbiamo creato la Digital library con il compito di coordinare tutte le iniziative per la digitalizzazione del patrimonio culturale”. 



Source link