L'accusa choc su Ibra: "Ha ucciso un leone"



Zlatan Ibrahimovic è finito sotto accusa in Svezia per aver ucciso un leone nel 2011. Più volte l’attaccante del Milan si è definito il re della savana ma quanto sarebbe accaduto in Sudafrica ha creato sgomento nella nazione natale di Zlatan e non solo. Secondo quanto riporta The Expressen, infatti, sembra che Ibra avesse ottenuto una licenza di caccia e che nemmeno un anno dopo abbia dato la caccia a questo esemplare maschio di leone, uccidendolo.

La ricostruzione

I leoni sono stati classificati in via ufficiale come esemplari vulnerabili ma nonostante questo la caccia a questi esemplari in Sudafrica è legale ma a patto che si abbiano tutti i requisiti e i permessi per poterlo fare. Secondo The Expressen, infatti, sono 82 i cacciatori svedesi che hanno cercato di portarsi a casa un trofeo di caccia e tra loro figura appunto anche l’ex attaccante di Juventus, Inter, Psg e Barcellona che ce l’ha fatta.

Secondo quanto riportato dal media svedese pare che il leone a cui ha sparato il centravanti del Milan abbia trascorso più di un anno all’interno di un recinto prima di essere rilasciato. Alcune parti del corpo della carcassa del leone sarebbero poi state spedite a Malmo, casa del 39enne. Ibrahimovic si è spesso definito un leone, ha spesso fatto riferimenti al re della savana e se l’è pure tatuato dietro alla schiena e in molti lo stanno criticando per quanto fatto nel lontano 2011.

In Sudafrica ci sono diverse organizzazioni che forniscono l’esperienza a chi viene dall’estero e a chi possa permetterselo. Inoltre la caccia in scatola, ovvero con l’animale collocato in un’area circoscritta e senza alcuna via d’uscita, è vietata in Sudafrica. Non è invece sottoposta ad alcun divieto quella ai leoni in cattività.

Il futuro di Zlatan

Il 39enne del Milan è ora concentrato sulla volata finale del campionato e in seconda battuta sul rinnovo di contratto con il Milan che appare imminente. Dopo aver sognato lo scudetto con la maglia rossonera ora sembra che il primario obiettivo del club sia quello di entrare nelle prime quattro per staccare il pass per il tabellone principale di Champions League, competizione a cui il Diavolo non partecipa ormai da anni. Questa notizia però potrebbe disturbare ed infastidire Ibra che al momento non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione in merito.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?



Source link