Sono 6,2 miliardi i dispositivi in funzione tra smartphone, PC e tablet


Nel corso del 2021 vi saranno in uso, a livello globale, circa 6,2 miliardi di dispositivi tra PC desktop, notebook, tablet e smartphone: questa la stima formulata da Gartner, a certificare un previsto incremento di 125 milioni di dispositivi laptop e tablet in più che verrà registrato nel corso del 2021 rispetto allo scorso anno.

Tale incremento è ovviamente giustificato dagli effetti della pandemia globale, che ha portato un numero molto elevato di persone a trasformare le proprie abitudini professionali restando in casa durante il tempo di lavoro. La chiusura delle scuole con didattica da remoto ha ovviamente portato ad una domanda addizionale di tablet e PC, richiesta dalle famiglie per permettere ai figli di seguire le lezioni da remoto.

Nel corso del 2021 le stime Gartner prevedono una maggiore adozione di tablet e notebook, il cui numero aumenterà rispettivamente dell’11,7% e dell’8,8%. Diminuiranno invece i PC desktop attivi, ritenuti meno pratici pensando alle mutate esigenze del lavoro e dello studio a casa: dai 522 milioni del 2020 passeremo a 470 milioni nel 2022.

Il numero di smartphone attivi ha registrato una contrazione nel corso del 2020 rispetto al 2019, continuando in ogni caso a restare la categoria di dispositivi personali più diffusa: parliamo di circa 4,3 miliardi di smartphone utilizzati al mondo, un dato che registrerà nei prossimi anni una lieve crescita grazie alla ripresa degli acquisti di nuovi modelli dopo il calo registrato nel 2020.

Con un numero così elevato di dispositivi attivi utilizzati a livello globale resta la sfida, per i produttori, nel trovare nuovi canali che permettano al mercato di crescere ed espandersi ulteriormente. E’ in questo che deve esprimersi l’innovazione tecnologica, capace di offrire nuove funzionalità e modalità di utilizzo che possano adattarsi al meglio alle mutuate esigenze di vita venutesi a creare nel corso del 2020.



Source link