De Luca diventa un videogioco e combatte contro runner e virus



Ormai il governatore della Campania Vincenzo De Luca è diventato un idolo del web: ogni sua esternazione diventa virale. Tanto che ora è diventato un videogioco. Sì, proprio così, un vero e proprio eroe che sullo sfondo del lungomare di Napoli, vestito come Super Mario Bros, deve raccogliere mascherine ed evitare “acerrimi nemici”.

Il gioco è nato dalla fantasia di Luigi Sannino, studente di ingegneria, che lo ha creato per il fratello autistico di nove anni, grande appassionato delle battute di De Luca e si chiama “DeLucaRun”. La grafica è uguale a quella di Super Mario Bros il famosissimo videogame dell’idraulico baffuto che ha fatto impazzire almeno due generazioni, ci sono però piccoli particolari che cambiano rispetto al gioco originale e che sono più aderenti al personaggio del governatore della Campania. Invece dei funghetti ad esempio “Vincenzo” deve acchiappare delle mascherine.

Ci sono poi degli ostacoli, primi tra tutti i runner, quelli che lui ha “inseguito” nel periodo del lockdown e che nel gioco deve invece evitare. Poi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che sbuca dallo schermo di tanto in tanto e va assolutamente evitato, così come le palle che gli vengono tirate e che hanno la faccia del direttore di Libero Vittorio Feltri.

Ma la cosa più spassosa di tutto il gioco è sicuramente il sottofondo che parte con “Funiculì funiculà” ma che ogni volta spesso viene interrotta dalle frasi diventate celebri del governatore. Quando sfiora una mascherina si sente la voce di De Luca con “Queste vanno bene per il coniglietto Bunny”. Mentre quando sopraggiungono i runner il presidente sfodera la riflessione sui “Cinghialoni della mia età”. Quando appare Conte lo sentiamo in un lungo discorso su cosa si poteva fare o meno durante il lockdown. Se invece venite travolti da una “Feltri Ball” il gioco finisce con il game over, ma riserva un bonus audio extra con una lunga riflessione di De Luca.



Source link