Vibrazioni mediorientali ed esprit europeo per Jieda 


Vibrazioni mediorientali ed esprit europeo per Jieda

di Federica Mochi
Immaginate un viaggio estivo nei paesaggi esotici della Turchia e poi un tuffo nell’Europa più profonda. E da questo clash di culture che prende forma l’uomo secondo Jieda, marchio fondato nel 2007 dal giapponese Hiroyuki Fujita, che per l’autunno-inverno 2020 parte dall’immaginario streetwear per poi declinarlo in una versione sartoriale più matura e contemporanea.

“La collezione è ispirata a un viaggio che ho fatto l’estate scorsa – spiega lo stilista nel backstage -. Un viaggio iniziato in Medio Oriente, dalla Turchia, e concluso in Europa”. 

Emozioni ed esperienze che in passerella si traducono nella palette dei colori come il beige, che ricorda la terra turca o anche i blu scuro, “un colore ispirato alla profondità dei fondali del mare europeo” sottolinea il creativo. E ancora, ampie pennellate di burgundy spalmate sulle prime uscite, una cromia ispirata sempre alla palette mediorientale.


“); }
else
{ document.write(“

 

“); }



Source link