Beppe Grillo dà l’ultimatum a Luigi Di Maio: “Fai i nuovi vertici entro due mesi o cambia tutto”


Beppe Grillo gliel’ha imposto ma Luigi Di Maio ancora non l’ha messo in pratica. E ora il fondatore del Movimento 5 stelle gli ha dato l’ultimatum: Di Maio ha due, massimo tre mesi di tempo per salvarsi e quindi formare la squadra che lo affiancherà e che di fatto ridurrà il suo potere politico. Era l’alternativa al siluramento dopo il famoso faccia a faccia del 23 novembre. Ma a oltre una settimana di distanza nulla è stato fatto.

Grillo prima di quell’incontro era stato in contatto telefonico con i dissidenti grillini, da Roberta Lombardi a Paola Taverna, da  Roberto Fico a Riccardo Fraccaro fino al fedelissimo di Di Maio Alfonso Bonafede spaventati dalla ventilata crisi di governo. Grillo, rivela La Stampa in un retroscena, aveva sentito anche Davide Casaleggio. Grillo era tentato di spodestare Di Maio poi terrorizzato da un effetto drammatico sul Movimento aveva deciso di provare con il cosiddetto Team del Futuro.

Ergo, l’arrivo a dicembre di 12 facilitatori (responsabili d’area tematica) più i 6 con funzioni di struttura. In cambio Di Maio deve concedere molto, coinvolgendo il gruppo sulle scelte e dando garanzie sulla tenuta del governo e sulla collaborazione con il Pd. Ma questa indicazione, al momento, Di Maio non l’ha ancora seguita.





Source link