Sky via fibra, gli operatori internet interessati a fornire il servizio devono soddisfare questi requisiti


Ad un anno dal lancio del servizio Sky Via Fibra in Italia, che rende accessibile la TV di Sky attraverso una linea internet anzichè via satellite e quindi non richiede al cliente l’installazione di una parabola ma solo del decoder fornito da Sky, la società ha pubblicato i requisiti che devono soddisfare gli operatori interessati a fornire ai propri clienti il servizio. Dal debutto, Sky Via Fibra è disponibile solo per i clienti di Fastweb, Vodafone, TIM, Wind | 3 | Infostrada, Tiscali. Sky Italia vuole chiaramente ampliare il servizio e renderlo accessibile anche ai clienti di altri operatori internet, che potranno quindi unirsi a questo elenco, se soddisferanno i requisiti.

Nel documento in .pdf ora disponibile all’indirizzo sky.it/viafibra si trova “l’elenco dei requisiti richiesti, nonché delle relative attività e verifiche da compiere per gli operatori interessati a rendere fruibile ai propri clienti broadband l’offerta di contenuti audiovisivi a pagamento di Sky Italia S.r.l., denominata ‘Sky via Fibra'”.

Il primo requisito riguarda la velocità di connessione. L’operatore deve garantire all’utente finale almeno 15Mbps, valore “necessario per consentire l’accesso al servizio in modo completo”. Al lancio, per attivare Sky Via Fibra veniva richiesta al cliente che stava per sottoscrivere un nuovo abbonamento una disponibilità reale di almeno 9,3Mbps considerato un utilizzo contemporaneo di TV in HD, due registrazioni, streaming da un dispositivo mobile; da qualche mese, viene richiesta una banda minima di 15Mbps per vedere in TV un programma in Alta Definizione e gestire contemporaneamente due registrazioni e uno streaming da dispositivo mobile.

Il secondo requisito riguarda la “Tecnologia di Accesso UltraBroadband (UBB)” offerta dall’operatore internet interessato, che deve essere FTTH (Fiber To The Home), FTTC (Fiber To The Cabinet) o FWA (Fixed Wireless Access).

A seguire gli altri punti, come da pdf:

3. Profilo di Banda all’utente finale (Download [Mbps]/Upload [Mbps])
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: Autocertificazione Operatore
Note: L’Operatore dovrà fornire mensilmente lo stato dei profili offerti ai propri clienti

4. Interconnessione a Milano (Caldera Campus)
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: 2x10G da Avalon Campus a Sky Cage
Note: Tutto quanto necessario per interconnettere la rete dell’Operatore a SKY al fine di permettere la distribuzione del servizio SKY

5. Costi delle Ottiche Sky per l’interconnessione
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: Costi a carico dell’Operatore

6. IP Address Range
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: Indicazione da parte dell’Operatore per peering BGP
Note: A cura dell’Operatore

7. Monitoria NOC
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: Controllo del servizio SKY su rete dell’Operatore
Note: Sistemi e Risorse necessarie per SKY ai fini del controllo della corretta distribuzione del proprio servizio

8. Assessment ISP (valutazione performance ISP tramite Telemetria)
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: Assesment di rete dell’Operatore da parte di SKY. La conclusione dell’accordo tecnico è subordinato al positivo esito dell’assessment
Note: Le verifiche tecniche e di compatibilità del servizio, in caso di ogni tipo di variazione di architettura di rete da parte dell’Operatore dopo il lancio, sono a carico e responsabilità dell’Operatore

9. Accordo di riservatezza per processo di validazione e successivo Accordo tecnico
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: La sigla dell’accordo di riservatezza è il momento di inizio lavori
Note: Il servizio sarà tecnicamente operativo successivamente alla stipula dell’accordo tecnico (circa 4-6 mesi successivi alla stipula dell’accordo di riservatezza)

10. CPE (Modem) + Wi-Fi Extender – Test di validazione
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: Sky dovrà eseguire la verifica e validazione del Modem/CPE dell’ISP o dell’Operatore. Necessario supporto anche del Wi-Fi 5Ghz. La conclusione dell’accordo tecnico è subordinato al positivo esito di tale verifica del test di validazione.
Note: Le verifiche tecniche e di compatibilità del servizio, in caso di ogni tipo di variazione di architettura di rete da parte dell’Operatore dopo il lancio, sono a carico e responsabilità dell’Operatore.

11. Configurazione per implementazione in produzione
Attività/Costi a Carico ISP o Operatore: Set-up e attivazione del servizio da parte di SKY
Note: Attività di messa in esercizio del servizio su rete dell’Operatore

Gli operatori interessati possono contattare Sky Italia S.r.l. inviando comunicazione scritta al seguente indirizzo di posta elettronica certificata di Sky Italia.

Leggi anche: Sky Via Fibra, offerta per chi vuole Sky senza parabola

Leggi anche:

 

Sky via fibra, Requisiti per gli operatori internet
Sky via fibra, Requisiti per gli operatori internet

 

Prossimamente, quindi, Sky Via fibra potrà essere acquistato anche dai clienti di altri operatori oltre a Fastweb, Vodafone, TIM, Wind | 3 | Infostrada, Tiscali

Leggi anche:

Dall’inizio di quest’anno Sky sta testando con alcuni clienti di Sky Via Fibra selezionati il servizio Sky Q Via Fibra, che lo scorso anno era stato promesso per il mese di luglio di quest’anno ma non si escludono ritardi. Quando sarà pronto, il My Sky dei clienti Sky Via Fibra si aggiornerà automaticamente per entrare nel mondo Sky Q, senza necessità di sostituzione del box.

Resta aggiornato su Sky via fibra, gli operatori internet interessati a fornire il servizio devono soddisfare questi requisiti






Source link