Poloniex: gli utenti potranno acquistare criptovalute usando bonifici bancari e carte di credito


La notizia è arrivata due giorni fa con un post pubblicato sull’account ufficiale su medium del 9 luglio; uno dei maggiori exchange sul mercato, poloniex (nella top 100 degli exchange mondiali per volumi scambiati, attualmente al 58° posto secondo i dati di CoinMarketCap), consentirà ai propri clienti di ricaricare il conto della piattaforma usando carte di credito e bonifici bancari. Questo, sostanzialmente, semplificherà di molto il processo di acquisto di criptovalute da parte degli utenti, che non dovranno far altro che spostare il loro denaro sulla piattaforma di scambio per poi usarlo per acquistare una delle monete quotate sull’exchange. In questo momento poloniex non ha alcuna valuta fiat in quotazione, di conseguenza quello che succederà nel momento in cui gli utenti bonificheranno alla piattaforma è che il loro denaro verrà prima convertito in dollari e da qui comparirà nel saldo della piattaforma sotto forma di credito espresso in USDC (la stablecoin usata da poloniex); questa opportunità è disponibile per gli utenti di 80 diversi paesi nel mondo, c’è però da star sicuri che l’operazione avrà un costo non trascurabile. Dobbiamo infatti considerare che molti utenti pagheranno già una commissione alla loro banca per fare un bonifico, dopo di che dovranno pagare le commissioni di cambio a poloniex per convertire le loro valute fiat in USDC, di conseguenza un bonifico di basso importo potrebbe finire col costare facilmente tra il 5% e l’8% per il semplice fatto che, come è possibile leggere su medium, il processore di pagamento usato da poloniex (Simplex) addebita per ogni versamento una commissione del 3,5%; c’è però da dire che per l’acquisto di importi superiori ai 300€ di BTC (segui l’andamento dei prezzi di bitcoin sul nostro sito) la commissione del 3,5% addebitata da simplex viene azzerata. Negli ultimi tempi, nonostante gli innumerevoli vincoli burocratici che i governi stanno addossando alle piattaforme di scambio equiparando la loro attività a quella di una banca, stiamo assistendo alla progressiva semplificazione dell’operatività dei cripto-trader, che possono godere di vantaggi sempre maggiori inclusa la possibilità, che alcune piattaforme (come bittrex o binance, per citarne solo due) stanno offrendo di operare direttamente in valuta fiat senza dover transitare ogni volta da delle stablecoin (tra le quali ve ne sono anche di dubbia sicurezza, come nel caso di USDT); se da un lato, quindi, la stretta normativa sicuramente rende più lenta la crescita del mercato, dall’altro l’introduzione di regolamentazioni certe sta contribuendo a far maturare il mercato, favorendo l’afflusso di liquidità dai grandi investitori istituzionali e semplificando l’operatività dei trader. Come si suol dire, quindi, non tutto il male vien per nuocere.

L’articolo Poloniex: gli utenti potranno acquistare criptovalute usando bonifici bancari e carte di credito proviene da Valute Virtuali.



Source link