Tfr differito per gli statali: la Corte Costituzionale boccia il ricorso



La Corte Costituzionale ha bocciato l”istanza di una ricorrente contro il pagamento differito del Tfr per i dipendenti statali. Nonostante la sentenza, comunque, resta aperto uno spiraglio per i pensionati che hanno raggiunto i limiti di età di servizio.In questi casi, la Consulta non ha ritenuto irragionevole il regime restrittivo introdotto dal legislatore, che prevede la liquidazione delle indennità nel termine di 24 mesi e il pagamento in tranche annuali.La Corte si è riunita in camera di consiglio per discutere le questioni sollevate dal Tribunale di Roma sulla legittimità della normativa riguardante il pagamento differito e rateale delle indennità di fine servizio dei dipendenti pubblici, come sottolinea l’Huffington Post.Se, invece, fosse arrivato l’ok della Consulta ci sarebbe stato un impatto di 9 miliardi di euro per le casse dello Stato, come peraltro sostenuto dall’avvocato Antonio Mirra del sindacato Confsal Unsa e della ricorrente Amelia Capilli.



Source link