Reddito di cittadinanza anche cash e stretta sui finti genitori single



Il reddito di cittadinanza potrà essere erogata “con le modalità ordinarie di pensione e non per il tramite della Carta Rdc”. Lo prevede un emendamento al decretone presentato dalla relatrici. Non verrà modificata la platea dei beneficiari o l’ammontare del beneficio. In sostanza, gli assegni previdenziali possono essere riscossi alle Poste o in banca, in contanti (se inferiori a 1.000 euro) o tramite accredito su conto corrente postale o bancario. Essendo la pensione di cittadinanza inferiore alla soglia dei mille euro, il pagamento potrà quindi essere, in base all’emendamento, anche cash.Tra i quattordici emendamenti che le relatrici Elena Murelli (Lega) e Dalila Nesci (M5S) hanno presentato al decretone su reddito e pensione di cittadinanza, c’è poi una stretta per i genitori che fanno domanda per l’accesso al reddito di cittadinanza al fine di evitare “comportamenti opportunistici”. In pratica, la mamma o il papà di figli minori che chiederà il reddito dovrà infatti presentare un Isee che tenga conto della situazione patrimoniale e reddituale anche dell’altro genitore, anche nel caso in cui madre e padre non siano né sposati né conviventi. L’obbligo salta se uno dei due si è sposato o ha avuto figli con altri partner o se c’è un assegno di mantenimento stabilito dal giudice.Cambiano inoltre pure le modalità di comunicazione. I beneficiari del reddito potranno essere chiamati dai centri per l’impiego o dai Comuni anche attraverso un sms e con una mail.



Source link