Apple annuncia la WWDC 2019, focus su apprendimento automatico, realta’ aumentata, salute e fitness ma non solo


Apple ha annunciato quanto terrà la 30a edizione della annuale Worldwide Developers Conference: l’appuntamento è quest’anno dal 3 al 7 giugno 2019 in quel di San Jose, in California. Anche ques’anno sarà il McEnery Convention Center ad ospitare la comunità di sviluppatori di software, servizi e prodotti che si riuniscono ogni anno per approfondire i concetti e i processi che consentono di creare nuove esperienze sulle piattaforme di Apple per gli oltre 1,4 miliardi di dispositivi tra iPhone, iPad, Apple Watch, Apple TV, Mac e HomePod con iOS, macOS, watchOS o tvOS. Grazie ad una gamma di API, fra cui SiriKit, HomeKit, HealthKit, GymKit, MusicKit, ResearchKit e Core ML, gli sviluppatori possono trovare nuovi modi per aiutare gli utenti a gestire tutto, dalla salute alla casa, dallo shopping all’apprendimento. Come da tradizione, sarà durante il keynote di apertura della Worldwide Developer Conference che saranno presentate le novità piu’ importanti – tra cui iOS 13 – e quest’anno si terrà il 3 giugno.

Apple ha detto che la WWDC 2019 offrirà ai partecipanti informazioni dettagliate sul futuro delle piattaforme che sviluppa e potranno collaborare con gli ingegneri Apple dietro le tecnologie e le strutture su cui gli sviluppatori fanno affidamento. Inoltre, la WWDC 2019 “celebrerà il lavoro rivoluzionario di sviluppatori che stanno creando nuove esperienze in aree quali l’apprendimento automatico, la realtà aumentata, la salute e il fitness e altro ancora” ha detto Apple nel comunicato stampa. Il programma di quest’anno prevede sessioni tecniche, laboratori pratici e relatori ospiti per “fornire alla comunità di sviluppatori di Apple e alla prossima generazione di sviluppatori di app le conoscenze e gli strumenti necessari per trasformare la loro prossima grande idea in realtà”.

“WWDC è il più grande evento dell’anno per Apple. Ospita migliaia di sviluppatori creativi e dedicati da tutto il mondo insieme a più di mille ingegneri Apple per conoscere le nostre ultime innovazioni di piattaforma e connettersi come comunità “, ha dichiarato Phil Schiller, Senior Vice President del Worldwide Marketing di Apple. “I nostri sviluppatori sono incredibilmente appassionati di creare la prossima generazione di esperienze strabilianti per il mondo attraverso le app. Non vediamo l’ora di incontrarci e condividere ciò che verrà dopo.”

Gli sviluppatori possono richiedere i biglietti per partecipare alla WWDC 2019 dal 14 marzo e fino al 20 marzo alle 17:00 PDT attraverso il sito web WWDC (https://developer.apple.com/wwdc19/). I biglietti vengono emessi tramite un processo di selezione casuale e gli sviluppatori riceveranno notifica dello stato della loro richiesta entro il 21 marzo alle 17:00 PDT.

Chi non potrà essere presente all’evento fisicamente, sia sviluppatori che appassionati di Apple di tutto il mondo, potrà come da tradizione seguire la conferenza stampa principale in diretta streaming tramite l’app WWDC per iPhone, iPad e Apple TV e attraverso il sito web degli sviluppatori Apple (https://developer.apple.com/wwdc/).

Gli studenti sono parte integrante della comunità di sviluppatori Apple e lo scorso anno la WWDC ha visto la presenza di sviluppatori studenti da 41 paesi diversi. Fino a 350 borse di studio WWDC sono disponibili quest’anno, fornendo agli studenti e ai membri di tutte le organizzazioni STEM l’opportunità di guadagnare biglietto e alloggio gratuiti per partecipare alla WWDC 2019.

Los corso anno, alla WWDC 2018, Apple ha presentato iOS 12, quindi quest’anno è prevista la presentazione della prossima versione del sistema operativo mobile di Apple, per iPhone e iPad, iOS 13. Alla WWDC 2018 c’è stato spazio anche per MacOS Mojave, la nuova versione del sistema operativo di Apple per desktop, per watchOS 5, un importante aggiornamento per l’orologio intelligente più venduto al mondo, per tvOS 12, la versione del sistema operativo per Apple TV che ha reso la Apple TV 4K il primo dispositivo di straming certificato Dolby Atmos e Dolby Vision, e infine per ARKit 2, una piattaforma che consente agli sviluppatori di integrare esperienze condivise. 





Source link